Crea sito
Cloud Bluster energia orgonica misteri Orgone psicologia Senza categoria UFO Wilhelm Reich

WILHELM REICH, GLI UFO E LA TEORIA DELL’ENERGIA ORGONICA


Di Fabio Fox Garian

La figura di Wilhelm Reich, nato nel 1897, psicoanalista e scienziato vissuto negli Stati Uniti e deceduto nel 1957, è ammantata da luci e ombre, ove il sentiero degli UFO gioca, tra i tanti foschi elementi che lo compongono, un fattore dominante. Nato in Austria, ma di origine ebraica, Reich iniziò le sue ricerche occupandosi, nella prima fase della sua carriera, della relazione tra sessualità ed equilibrio delle variabili forze psichiche nell’essere umano. Fu nel 1939, all’insorgere della Seconda Guerra Mondiale che lo scienziato mise a punto un’elaborazione della teoria del cosiddetto Orgone, o di Energia Orgonica, il cui termine trae origine dalla derivazione associata dei due termine organismo e orgasmo. Il principio dell’Energia Orgonica, secondo Reich, era da ricercare negli esperimenti da lui stesso condotti sulle componenti bioelettriche della sessualità.
http://psychology.dir.bg

L’Energia Orgonica
La teoria di Reich afferma che esisterebbe un’energia, una forza vitale primordiale che è isotropa, costante e diffusa in tutta l’atmosfera terrestre e da lui battezzata per l’appunto Orgonica. Tale forza vitale comporrebbe un’unità elementare, la particella orgonica libera nell’atmosfera, diversa da quella elettrica, per via della sua assenza di bipolarità e per i modi di trasmettersi a un essere umano. Negli appunti lasciati da Reich ai suoi collaboratori si legge che l’energia Orgonica sarebbe capace di rivitalizzare anche particelle inorganiche che, nel corso degli esperimenti, portate a un processo termico di incandescenza e immerse subito dopo in una soluzione nutritiva, sembravano trasformarsi o comportarsi come cellule viventi. Reich battezzò questi precipitati energetici Bioni. Da qui si sviluppò un’ulteriore teoria che coinvolse nelle ricerche dello psicoanalista anche gli UFO.
1st-orgonomic-conf1948.jpg
la prima conferenza sull’Orgone tenuta da Reich
Le armi atmosferiche
Erano i primi anni Cinquanta, l’epoca delle grandi ondate di avvistamenti di dischi volanti sopra gli Stati Uniti. Con un nutrito gruppo di collaboratori, Reich progettò, costruì e sperimentò un potente accumulatore di energia Orgonica, i cui principi tecnici e scientifici furono addirittura sottoposti ad Albert Einstein. Con questi presupposti nacque il Cloud Buster(Nubifugatore, N.d.A.) ), il Cannone Orgonico attraverso il quale Reich e collaboratori erano in grado, dopo averlo azionato e caricato con quest’energia, di indurre in luoghi prescelti pioggia a volontà. Inizialmente costruito per combattere la siccità in alcuni Stati americani, il Cloud Buster e i suoi piani furono sottoposti all’attenzione del governo USA perché se ne servisse contro gli UFO di origine ostile. Questa era la teoria di Reich. 
 Illuminante è un’esperienza che vide il Cloud Buster e gli UFO in azione contemporaneamente. Presso la sede di Orgonon (il nome dell’area dove sorgevano gli impianti e i laboratori di Reich) il 12 Maggio 1954 Reich e l’ingegnere William Moise attivando il Cannone Orgonico iniziarono ad assorbire energia Orgonica dall’atmosfera circostante. Nubi oscure che si erano addensate sopra di loro iniziarono velocemente a dissiparsi come assorbite da un gigantesco aspirapolvere cosmico. Era la forza Orgonica che ripristinava l’energia nei dintorni. Dal diario di laboratorio di Reich si può apprendere che l’operazione continuò per un quarto d’ora, spazzando tutto il cielo sovrastante Orgonon. Il Nubifugatore era al massimo della potenza. Ad un tratto accadde qualcosa che il taccuino riporta fedelmente: Moise richiamò l’attenzione della moglie, Eva, che nel frattempo era all’interno dell’edificio annesso ai laboratori di Orgonon. Reich, Moise e Eva poterono osservare distintamente che dal bosco antistante, in direzione sud-ovest, due luci sferiche bianco-azzurre si dirigevano verso di loro. Poco più grandi di Giove che brillava nel cielo, si muovevano lentamente, pulsanti e fulgide con i contorni indistinti. Intorno ai due oggetti era visibile una frangia, o alone, dello stesso colore, ma di intensità più debole. La luminosità che espandevano era simile a una nebbiolina evanescente che si interponeva tra i testimoni e gli oggetti retrostanti, offuscandoli brevemente. Gli UFO, o così ritenuti tali da Reich, si avvicinarono ai tre testimoni e al Nubifugatore, ondeggiando pigramente come foglie su una corrente d’acqua. Poi, di colpo, si alzarono in alto, verso le nubi, attratte come da qualcosa, nella stessa direzione dove era puntato il Cannone Orgonico. La loro luce illuminò le nubi che stavano scomparendo; iniziarono una danza misteriosa, senza alcun rumore, dissolvendosi anch’esse nel nulla, lasciando lo spazio vuoto. UFO e nubi erano scomparsi all’unisono. Meravigliati, Reich, Moise ed Eva si interrogarono a lungo su quell’incontro ravvicinato, concordando (il bollettino interno di Orgonon riporta queste osservazioni, N.d.A.) che al momento del passaggio avevano provato la sensazione di essere attraversati da un “forte flusso di energia” orgonica.

Related posts

Tutti gli altri triangoli (oltre a quello delle Bermuda)

informazione-consapevole

Hacker Usa nei sistemi russi: pronta la cyberguerra fredda

informazione-consapevole

Le menzogne di Big Pharma