Crea sito
cibo Curiosità gelati news scienza Senza categoria

Stop ai gelati che si sciolgono subito. Grazie ad una proteina naturale ricercatori britannici hanno scoperto un modo per rallentare lo scioglimento dei gelati, anche in occasione di temperature elevate.

http://www.sportellodeidiritti.org/notizie/dettagli.php?id_elemento=4407

Niente più mani appiccicose! I ricercatori inglesi delle università di Edimburgo e Dundee, hanno scoperto una proteina naturale rispetto ai prodotti tradizionali che, legandosi ai grassi e all’aria presenti nella miscela del gelato, ne rallentano la fusione e lo rendono più morbido, permettendo di godersi il gelato più a lungo.



(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});


 I ricercatori delle università di Edimburgo e Dundee, nel Regno Unito, hanno infatti scoperto una proteina naturale che può essere usata per fare il gelato è che è più resistente alla fusione. La proteina, conosciuta come BSLA, è stata sviluppata con il sostegno del Consiglio per la ricerca di ingegneria e scienze fisiche e quello per le biotecnologie e scienze biologiche e potrebbe essere pronta per essere utilizzata nel gelato entro tre, al massimo cinque anni. La scoperta è decisamente importante anche per la salute poichè i prodotti potrebbero essere realizzati con meno grassi saturi e meno calorie, rendendoli più leggeri. Inoltre oltre a rallentare lo scioglimento del gelato nella stagione calda, la scoperta può evitare la formazione di cristalli di ghiaccio, dando una consistenza ai gelati morbida e liscia . L’ingrediente, sottolinea Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, potrebbe facilitare il lavoro dei produttori e distributori di ghiaccio consentendo lo stoccaggio a temperature basse, fornendo al contempo nuove opportunità per i consumatori.


Related posts

9 gatti in un labirinto di scatole, il video fa impazzire il web

IL GATTO PIU’ GRANDE DI NEW YORK E’ “ALTO” COME UN BAMBINO DI 7 ANNI

Germania: tribunale considera legale le “polizie della Sharia” istituite dai salafiti a Wuppertal

informazione-consapevole