Crea sito
ambientalismo Curiosità geoingegneria germania pacifismo scie chimiche Video

Teoria delle scie chimiche : durante una manifestazione attivista ha sostenuto di aver partecipato all’installazione di sostanze chimiche sugli aerei

Di Salvatore Santoru

Il 12 maggio 2014, nel corso di una manifestazione pacifista a Dresda, un’attivista che ha affermato di essere un’ex ingegnere spaziale ha sostenuto di aver partecipato all’installazione di dispositivi di irrorazione di sostanze chimiche sugli aerei, e inoltre ha affermato di essere stato licenziato pochi giorni dopo aver denunciato la situazione ai rappresentanti locali del partito dei Verdi ( ” Alleanza 90 ” ) .

Comunque la si pensi sulla questione dell’attendibilità della teoria delle cosiddette “scie chimiche” e di questo intervento, di seguito viene riportato integralmente a fini informativi:

Ecco la trascrizione del discorso * .

” Ciao a tutti. È fantastico vedere così tanta gente. Lasciatemi dire questo riguardo la pace. Noi che qui stiamo dimostrando per la pace, siamo quelli che usano il proprio cervello, pensano con la propria mente, processano le informazioni e traggono le proprie conclusioni. Sono convinto che questa è la vera ragione del perché, noi come movimento di pace, veniamo continuamente screditati.

Io sono un ingegnere aerospaziale. Riparo aeroplani ecc. Lasciate che vi dica brevemente quello che ho fatto. Ho lavorato presso la speciale base aerea militare di Oberpfaffenhofen dove installavo i dispositivi di IRRORAZIONE sugli aerei che servono per spruzzare sostanze tossiche nel cielo.
Dopo di che sono andato dai rappresentati locali del partito dei Verdi con le prove di tutto ciò nelle mie mani. Gli dissi: “Guardate. Questi sono i fatti e queste sono le prove e sono pronto a testimoniare davanti ad una commissione investigativa”.
Tre giorni dopo, quello che è successo, è che il mio capo è venuto a trovarmi a casa mia e mi disse: “Mi dispiace ma devo licenziarti perché sto ricevendo enormi pressioni dall’alto che non posso più stare in piedi”.
Fondamentalmente non ho trovato nessun altro lavoro nel settore aerospaziale. Se volete saperne di più, dovete solo venire con me. Ho tutta la documentazione qui con me.
Ora torniamo al processo d’installazione. Noi spogliavamo l’aereo di tutto e montavamo le cisterne, installavamo il cablaggio ed i dispositivi d’irrorazione.
Io ero un lavoratore civile della base supervisionato dai militari. Quando il nostro lavoro era finito, ci dicevano che quello era un test condotto dall’Aeronautica e dall’Amministrazione Spaziale Tedesca.
Ciò significava che, mentre l’aereo con i dispositivi d’irrorazione sarebbe andato avanti, un secondo aereo sarebbe seguito alle sue spalle e avrebbe condotto le misurazioni. In pratica: “Vogliamo solo scoprire come le particelle si comportano e si propagano”.
Così, quando finivamo con le installazioni, dei militari venivano da noi e ci istruivano su come indossare vestiti protettivi e maschere per respirare, in quanto, stavano andando a riempire le cisterne con sostanze come: solfuro di alluminio e ossido di bario, insieme ad altamente tossici polimeri di nano particelle.
Questo è quanto.
Voglio solo dire che ci stiamo avviando verso una catastrofe ecologica e a quelli che non mi credono dico: per favore venite qui e vi mostrerò le foto che provano quello che dico. Sono disposto a testimoniare davanti a qualsiasi commissione investigativa. Grazie.

Related posts

IL MISTERO MEGALITICO DELL’ANTICA CITTÀ DI BAALBEK

informazione-consapevole

‘ANDIAMO A COMANDARE’: SALVINI SI SCATENA SULLE NOTE DELL’HIT DI ROVAZZI E LANCIA IL NUOVO SLOGAN DELLA LEGA

In volo nel cuore della foresta amazzonica: le nuove foto di Google Street View

2 comments

Anonimo Luglio 19, 2015 at 4:08 pm

che fie ha fatto quell'ingegnere tedesco…e si può sapere il suo nome?

Anonimo Luglio 19, 2015 at 4:08 pm

che fie ha fatto quell'ingegnere tedesco…e si può sapere il suo nome?

Comments are closed.