Crea sito
Antimilitarismo basi NATO in Sardegna esercitazioni militari Militarismo news Quirra Sardegna Senza categoria

Sardegna: da settembre sarà teatro di esercitazioni militari NATO e israeliane

L'Unione Sarda S.p.a. - VirtualNEWSPAPER

Fonte:http://www.regione.sardegna.it/j/v/491?s=259784&v=2&c=1489&t=1 *

Sulla Sardegna si prevede una pioggia di bombe e missili, anche israeliani, per il prossimo autunno. Quirra e Perdasdefogu, a terra e per mare, Teulada, Capo Frasca e Macomer: poligoni e basi militari dove dal 21 settembre, primo giorno utile in base agli accordi con la Regione, riprenderanno dalla mattina alla notte esercitazioni e sperimentazioni interrotte per l’estate. Le attività sono già pianificate e riportate nel “Programma per il secondo semestre 2014” stilato dal ministero della Difesa. Ed ecco cosa verrà sparato durante le campagne coordinate con Stati alleati e nelle giornate in cui sventolerà solo il tricolore italiano.

QUIRRA

Tra Sarrabus e Ogliastra si parte subito con lancio di missili Aster 30 da terra, che per settimane voleranno affiancati dagli Stinger e monitorati col sistema Skyguard. Gli stessi militari definiscono “hot”, calda, questa attività, che a ottobre verrà incrementata con i lanci di razzi “Spada”. C’è tutta la tecnologia degli armamenti più avanzata, a capo San Lorenzo, ma anche una “ordinaria” azione di bombardamento dagli elicotteri. Il documento riporta novità anche risalenti all’anno scorso, quando tutte le esercitazioni sembravano essere state annullate. Sotto i nomi Boeing 767, Waltar e la tedesca Ewitr sono andate in scena invece delle guerre elettroniche simulate.

TEULADA

Per capire che succederà nel poligono del Sulcis basta leggere il sommario, senza addentrarsi nel calendario. Sono previsti: sgancio di bombe da aereo, tiri contro costa (dalle navi verso terra), scuola di tiro missili Tow, Panzerfaust e Milan (al centro delle polemiche, questi, perché armati con testate al torio) ma anche esercitazioni a fuoco di carri armati e di fucilieri. E per avere un’idea di cosa significhi questo programma basta leggere cosa è stato usato l’anno scorso e rendicontato quest’anno. Un lungo elenco che comprende, tra gli altri ordigni, razzi Minolux, Medusa e Faar, proiettili di tutti i calibri, bombe a mano e, per fare scena, anche “artifizi fumogeni”.

CAPO FRASCA

 Sulla costa occidentale voleranno anche gli aerei dell’Iaf, l’aeronautica militare israeliana. Ma mentre su Gaza purtroppo fanno sul serio, in Sardegna si addestreranno. E faranno parte dei caccia e velivoli che scaricheranno “artifici”, così li chiamano, da 6 chili a una tonnellata. Voleranno anche Tornado, Amx, Mirage, F16 e altri caccia di varie nazioni alleate dell’Italia. Tutti, assicurano dall’Aeronatica, sganceranno “inerti”, ma saranno continue le esercitazioni con razzi da 2 pollici e i colpi con i “cannoncini di bordo”.

MACOMER

 Quello di S’Ena Ruggia viene definito “poligono occasionale” e, a leggere il programma, se confrontato con quello che succede in contemporanea dalle altre parti, ci si tranquillizza: la Brigata Sassari userà solo armi individuali e bombe a mano. Per “soli” dodici giorni al mese.

Articolo dell’Unione Sarda del 23/07/2014

Related posts

MASTELLA ALLA ZANZARA: “SENZA VITALIZIO VADO ALLA CARITAS”

Dedalo e il Labirinto:un’interpretazione esoterica

La forza d’animo per combattere le avversità

informazione-consapevole

12 comments

Anonimo Luglio 24, 2014 at 8:40 pm

Nel pdf che avete linkato non c'è traccia di tutto questo. Dove si possono trovare quelle informazioni? Grazie

Anonimo Luglio 27, 2014 at 8:47 pm

Sparate i il buco del culo figli di puttana ignoranti…non sapete fare un cazzo ci grattate dalla mattina alla sera e siete ricchi sfondati. Volevate presi e bruciati vivi..spero vivamente che le bombe vi cadano in testa

Anonimo Luglio 27, 2014 at 10:18 pm

che mondo di merda… Bombardatevi davvero il buco del culo brutti bastardi criminali parassiti del cazzo!!!

Anonimo Luglio 29, 2014 at 5:01 pm

Prima dovreste imparare l italiano poi queste esercitazioni esistono da anni in sardegna con la partecipazione anche di israele,il solito articolo che salta fuori nel momento propizio.

Vittorio F. Luglio 31, 2014 at 9:17 am

Salve, ma hai almeno il coraggio di mettere il nome dopo un commento di tal spessore? Ma è proprio il caso di scendere a tali toni .. a prescendere dalle opinioni che ci stanno dietro.

Giovanni Agosto 1, 2014 at 7:19 pm

Qui, se volete capire come si colloca tutto questo in quadro più ampio, ci son spiegate, dal prof. Taufer, molte cose.Siamo alle porte di un'altra guerra mondiale voluta da chi usa come suo mezzo gli USA. In Italia abbiamo più di 100 basi NATO.https://www.google.it/search?client=ubuntu&channel=fs&q=ne+contempla+il+termine&ie=utf-8&oe=utf-8&gfe_rd=cr&ei=2sbbU4adHaHD8geY3oDYCA#channel=fs&q=geopolitica+sulla+grande+scacchiera&safe=off

Giovanni Agosto 1, 2014 at 7:22 pm

Scusate, ho sbagliato a postare il link https://www.youtube.com/watch?v=U5AeE4rzNsY

Informazione Consapevole Agosto 1, 2014 at 7:56 pm

Concordo con Vittorio, non penso che si debba scendere a tali toni… ma bisogna confrontarsi, per quanto possibile, in modo costruttivo.

Informazione Consapevole Agosto 1, 2014 at 7:57 pm

Grazie per la segnalazione, video molto interessante.

Anonimo Febbraio 14, 2015 at 10:48 pm

____________ NIENTE PAURA PER LA SARDEGNA , I SARDI SONO FORTI.((*_._*))

Anonimo Aprile 20, 2015 at 6:10 pm

Carissimi italioti….ma vi siete accorti dell'esistenza del Poligono di Quirra soltanto oggi? Invece di strumentalizzare questa vicenda, dovreste capire che a un sardo il fatto che quel poligono venga utilizzato da Israele o da qualsiasi altro paese non cambia assolutamente nulla! Si tratta sempre di terre che lo stato Italiano, e non israeliano, ha sottratto ai sardi.

Comments are closed.