Crea sito
Gianfranco Gatta news Roma

Roma:sfratti, ex autore tv in sciopero della fame: “Invalido e con la pensione pignorata”

Sfratti, ex autore tv in sciopero della fame: “Invalido e con la pensione pignorata”



Ha deciso di rimanere in strada giorno e notte per denunciare a tutti la sua situazione: “Senza casa, pensione pignorata”. È la storia di Gianfranco Gatta, ex regista della Rai, che dopo aver perso il lavoro non è più riuscito a pagare l’affitto dell’appartamento di via dei giornalisti alla Camilluccia, di proprietà dell’ente previdenziale Inpgi, in cui vive praticamente da sempre. “Sono cinquant’anni che io e la mia famiglia stiamo in quella casa. Oggi ci vivo con mio fratello e dovremmo pagare 980 euro”.
Ma non è contro lo sfratto, indetto ormai circa un anno e mezzo fa, il motivo per cui Gatta ha iniziato lo sciopero della fame rimanendo seduto in strada su una sedia: “Pochi giorni fa mi sono accorto che il mio conto è stato bloccato con un’ingiunzione del tribunale” ha spiegato. “Sono andato a fare la spesa e la mia carta risultava bloccata. Così ho scoperto che l’avvocato dell’immobiliare che gestisce il patrimonio dell’ente ha chiesto, e ottenuto, il pignoramento del mio conto” ha spiegato a Romatoday.
Gianfranco Gatta, 57 anni anni, ha lavorato come regista e autore di programmi Rai per trent’anni e nel settembre del 2012 ha perso il lavoro. Ha avuto diversi problemi di salute, tra cui un trapianto di fegato, che lo hanno reso invalido al 100 al cento per cento. “E’ dal maggio del 2014 che vivo solo con la pensione di invalidità di 290 euro. Con questa devo sopravvivere: devo fare la spesa e assicurarmi di poter comprare tutti i farmaci salvavita che mi servono per andare avanti” racconta. “E’ l’unica entrata che ho. E ora mi stanno sottraendo anche questa”.



Related posts

“Nelle prossime settimane arriveranno in Italia terroristi dell’Isis a bordo di barconi di migranti”, lo ha affermato il ministro dell’informazione libico Omar al Gawari all’ANSA, ma per gli 007 italiani è propaganda

Il Paese dove si parlano più lingue? La Papua Nuova Guinea

informazione-consapevole

Ezio Mauro lascia “La Repubblica”, in arrivo Mario Calabresi

informazione-consapevole