Crea sito
Ego psicologia psicologia consapevole riflessioni Senza categoria spiritualità Yoga

Ridurre il proprio Ego per vivere meglio psicologicamente e spiritualmente

L’Ego può essere definito come quella struttura psichica che mi permette di differenziarmi da tutto ciò che avverto come “esterno”. Grazie a questa differenziazione sono in grado di agire, sentendo tutto ciò che è “mio” e che “mi” appartiene, spesso contrapponendolo a tutto ciò che invece registro come appartenente ad altri… molto spesso registrato come antagonista.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Parlerò quindi della mia coppia, dei miei amici, dei miei problemi e dei miei bisogni, sentendoli “attaccati” a mestesso.
Quindi l’Ego mi permette di sopravvivere in un ambiente sentito come ostile. Tanto più sentirò ostile l’ambiente esterno, tanto più il mio Ego dovrà ergersi a sua stessa protezione, e quindi diventare sempre più ingombrante e voluminoso.
E nel nostro mondo occidentale, possiamo affermare che esista un culto dell’Ego: i nostri modelli sociali riconosciuti sono soprattutto quelli di persone con un Ego estremamente sviluppato, un Ego talmente ingombrante da non lasciare spazio a null’altro.
Al contrario spesso si sente parlare delle filosofie orientali come orientate all’eliminazione dell’Ego e quindi in una direzione esattamente opposta. E gli opposti, si sa, attraggono, perché spesso rappresentano una fuga…
Ma è veramente auspicabile eliminare l’Ego nella nostra società occidentale?
La risposta dello yoga a questa domanda, è sicuramente negativa.
Vivere nel mondo, e in particolare in quello occidentale, ed eliminare l’Ego sono due fatti incompatibili.
Vivere con un Ego estremamente rarefatto è possibile solo a persone molto avanzate spiritualmente e che vivano fuori dal mondo, nella foresta, sulle montagne, etc…
Ma noi non aspiriamo a questo. Noi vorremmo vivere la nostra vita quotidiana con maggiore equilibrio, maggiore gioia e felicità: tutto qua!
E per fare tutto ciò ridurre – e non eliminare – il proprio Ego è sicuramente cosa utilissima! Anche in questo quindi, la scelta sta nell’equlibrio.
Ridurre il proprio Ego, dando spazio anche agli altri (uomini, donne o qualsiasi altra manifestazione della vita) nel nostro mondo interno, è fondamentale per avere una vita più felice.
Ma perché è così fondamentale?
La risposta “intellettuale” è che se riduco l’Ego, do spazio all’Essere che c’è in me, alla mia essenza. Riducendo l’Ego emerge qualcosa di estremamente prezioso.
Ma la risposta “vera” è quella data dalla propria esperienza personale: dalle ricchezze che io stesso scopro (e quindi non semplicemente lette o sentite da qualcun altro) togliendo spazio al nostro tanto voluminoso Ego.

Related posts

La teoria del matriarcato delle origini in Johan Jacob Bachofen

La bufala della Volkswagen che regala auto su Facebook

informazione-consapevole

RUSSIA: “Linea Diretta” con Putin. Esperimento mediatico ormai rodato