Crea sito
antidiscriminazioni Curiosità Disabilità discriminazioni risata Robert Schiavelli USA

Ride troppo (fra le mura di casa), disabile rischia il carcere

Di Giorgio Piccitto

“Una risata vi seppellirà”. Il celebre adagio sembra poter divenire realtà per Robert Schiavelli, 42enne di Long Island, che rischia letteralmente di esser sepolto dentro quattro mura per via della sua esuberanza. Quando l’omone di Rockville Center ride, e lo fa spesso, esplode in una risata talmente fragorosa che “disturba la quiete pubblica“.
Non importa che il tutto avvenga dentro casa sua, i vicini già diverse volte si sono lamentati di quegli “insopportabili rumori”, e le forze dell’ordine sono intervenute già due volte, infliggendo allo Schiavelli due multe, pari ciascuno a 250 dollari o 15 giorni di carcere.
La storia, già così abbastanza inquietante, assume contorni ancora più complicati a uno sguardo attento del personaggio: Robert Schiavelli è infatti diversamente abile, soffrendo di un deficit neurologico e di frequenti crisi epilettiche. E questo è stato motivo di scherno da parte dei vicini: “l’unica cosa che puoi fare è riderci su”, si è sentito dire Robert. E ha preso seriamente in parola il consiglio datogli dalla vicina. Ridendo e ridendo. “Non sapevo che ridere fosse un crimine, devono aver cambiato qualche legge” ha commentato caustico l’avvocato della famiglia.
Una storia di consueta intolleranza umana, quella che ci consegnano gli States. In quanto a sensibilità, ci sono passi avanti da fare. Ma facciamoci un risata almeno.

Fonte:http://www.newnotizie.it/2013/03/ride-troppo-fra-le-mura-di-casa-disabile-rischia-il-carcere/

Related posts

La Filatelia massonica

IL MITO DELLO STATO CENTRALIZZATO (LA STABILIZZAZIONE NON CI SALVERÀ’)

informazione-consapevole

TTIP , l’accordo commerciale tra USA e UE che fa comodo alle multinazionali