Crea sito
Cameron club Gran Bretagna inghilterra Repressione Rivolta di Londra

Quando Cameron spaccava le vetrine per vincere la noia

Di Marco D’Eramo



cameron_fotomontaggioChi sono i tre giovani presenti nel fotomontaggio del Daily Squib? L’abbigliamento, un pò classico goliardico universitario inglese un pò new romantic, non lascia dubbi. Si tratta di giovani di autentica upper class britannica. Per l’esattezza stiamo parlando (partendo dal primo a sinistra) delle foto giovanili del ministro dell’economia britannico, del sindaco di Londra Boris Johnson e del primo ministro legge e ordine James Cameron.
Tutti e tre, assieme a molti altri membri dell’attuale establishment britannico, hanno fatto parte del Bullingdon Club. Un esclusivissimo club universitario di Oxford che ha, nella propria vocazione storica, anche l’assalto alle vetrine dei negozi. Vocazione certificata anche dal fatto che Johnson e Cameron, oggi rispettivamente sindaco di Londra e primo ministro, poco dopo aver scattato la foto di gruppo da cui è stato tratto il fotomontaggio furono arrestati per aver assaltato, e sfasciato, la vetrina di un negozio. Cameron, come emerge dalla stampa inglese, ha anche il precedente di essere stato beccato a farsi le canne durante il college a Eaton. Insomma se fossero state applicate al Cameron giovane le misure che lo stesso primo ministro inglese chiede per i ragazzi di oggi, che in fondo fanno quello che faceva lui da giovane (e per diletto), il James Cameron attuale sarebbe fuori dal consesso sociale. Infatti il primo ministro inglese chiede la sospensione dall’uso dei social network e cellulari per i rivoltosi, e il taglio del salario sociale e dei sussidi per la casa. La morte sociale, insomma. Cose che capitano a chi non ha una famiglia, come Cameron all’epoca, che paga la cauzione, ti tira fuori dai guai e ti indirizza alla carriera di primo ministro.
Assieme all’amico Boris Johnson che nei giorni scorsi si è fatto ritrarre con la scopa in mano mentre puliva le strade di Londra. Chissà se, una volta allontanati i giornalisti, Boris non si è messo a lanciare la ramazza contro una vetrina. In fondo ritrovare i vecchi istinti giovanili fa sempre bene e poi tutte quelle leggi anticrimine sono solo roba per il popolo. (red.) 12 agosto 2011
***
In una città inglese una banda di giovani sfascia una vetrina, scappa nella notte, si dirige correndo verso il giardino botanico. La polizia li insegue, ne carica alcuni sul cellulare e li sbatte in gattabuia.
Il problema è che non parliamo di un episodio avvenuto in questi giorni. E i giovani arrestati non sono gangueros sottoproletari. No, l’episodio avvenne ventiquattro anni fa a Oxford e i dieci giovani erano tutti membri del Bullington Club, associazione studentesca oxfordiana vecchia di 150 anni, famosa per le goliardate, le sbronze e per considerare il massimo dello spasso vandalizzare negozi e ristoranti. Ristoratori, commercianti e denunce alla polizia, tutto viene sedato con lauti risarcimenti attinti dai pingui portafogli paterni.
Poche ore prima di queste gesta, quei dieci baldi giovani erano stati ritratti su una scalinata, tutti nella divisa del club, un vestito da sera da 1.000 sterline (1.150 euro) l’uno. Tra di loro, spicca un giovane David Cameron e un altrettanto imberbe Boris Johnson. Il fatto è che oggi Cameron è primo ministro conservatore e Johnson è sindaco conservatore della Grande Londra. E ambedue tuonano contro i vandali che distruggono le proprietà private. Ambedue invocano la linea dura, il pugno di ferro. Cameron vuole ricorrere all’esercito e censurare i social networks; Johnson vuole aumentare gli effettivi di polizia. Nemmeno un minimo di comprensione per chi non fa altro, in fondo, che emulare le loro gesta di un tempo.

(tratto da  il Manifesto, 12-8-2011)


Related posts

Impero USA: guerre all’estero e violenza interna

Terrorismo, 4 giovani pro-Isis arrestati a Londra

informazione-consapevole

Genova 2001, impunità di Stato

4 comments

I am Agosto 13, 2011 at 11:52 am

Antoine un giorno cantava una canzone " se sei buono ti tirano le pietre, se sei cattivo ti tirano le pietre…." tutto dipende da che parte nasci, se da quella che lancia pietre o da quella che le prende in testa qualunque cosa faccia. Se sei dell'upper class tutto viene condonato…..Ciao e a presto

I am Agosto 13, 2011 at 11:52 am

Antoine un giorno cantava una canzone " se sei buono ti tirano le pietre, se sei cattivo ti tirano le pietre…." tutto dipende da che parte nasci, se da quella che lancia pietre o da quella che le prende in testa qualunque cosa faccia. Se sei dell'upper class tutto viene condonato…..Ciao e a presto

Informazione Consapevole Agosto 13, 2011 at 2:16 pm

I am,condivido interamente il tuo commento,viviamo proprio in un mondo retto sull'ingiustizia..Ciao e a presto..

Informazione Consapevole Agosto 13, 2011 at 2:16 pm

I am,condivido interamente il tuo commento,viviamo proprio in un mondo retto sull'ingiustizia..Ciao e a presto..

Comments are closed.