Crea sito
Nuovo Ordine Mondiale NWO opinioni Senza categoria

La differenza tra un positivo “Nuovo Ordine Mondiale” e il progetto del cosiddetto “NWO”



Di Salvatore Santoru<

br />
L’idea di “Nuovo Ordine Mondiale” e/0 “Nuovo Mondo” è stata ed è una costante dell’umanità da secoli e secoli.
Solitamente, l’ideale della creazione di un mondo più libero,evoluto e armonioso è stata diffusa tramite la spiritualità, la filosofia,le religioni e gli ideali politici di rinnovamento sociale e culturale.
Praticamente si può dire che tale ideale rappresenti la migliore utopia e speranza verso cui gli individui, i popoli e l’umanità aspirano.

Purtroppo, d’altro canto spesso e volentieri tale nobile idea è stata distorta a scopi di potere e dominio da parte di regimi ideologici,politici e religiosi.
In tal senso, l’obiettivo del cosiddetto “Nwo” si può rintracciare oltre a quello del moderno “mondialismo”, nel dominio coercitivo della Chiesa Cattolica e delle potenze coloniali nei secoli passati così come in tempi più recenti nei progetti del nazifascismo e del socialcomunismo e recentemente nella politica imperialista(specialmente quella a guida neocons) degli USA e in quelli ben più sinistri dell’islamismo radicale.

In parole povere il “NWO” è, a differenza dell’utopia del “Nuovo Mondo”, un’agenda politica di dominio politicamente centralizzato del mondo, fondato su una precisa visione ideologica e guidato preferibilmente dagli adepti più potenti di essa o da specifici gruppi e/o oligarchie di potere.

In sostanza, il “NWO” oggi è il processo di unificazione coercitiva del mondo tramite l’utilizzo del potere finanziario/economico e di conseguenza politico, processo che mira a alla creazione graduale di uno stato e possibilmente un mercato globale.

Per chiarirsi, di per sé non c’è nulla di male nella creazione di uno stato e di un mercato globale unico, ma il problema è che il progetto attuale risulta alquanto ricco di contraddizioni e problematiche e sopratutto si fonda su mezzi ben poco etici, come le guerre imperialiste e l’utilizzo strumentale delle crisi economiche.

In poche parole, la strategia del divide et impera(2).

Obiettivamente, c’è anche da dire che tale progetto,nonostante sembrerebbe in procinto di realizzarsi, in realtà stia fallendo e piano piano sta crescendo una presa di coscienza globale che invece mira alla creazione di un nuovo mondo, coscienza globale “basata sulla consapevolezza di essere parte integrante di un mondo sempre più interconesso e al contempo sull’armoniosa conciliazione di questo dato di fatto con il rispetto e la valorizzazione delle proprie specificità”(1) e sul desiderio della creazione di un mondo fondato su una reale unità ideale al di là dell’esistenza o meno di divisioni nazionali e di altro tipo, contrariamente al progetto di centralizzazione del NWO che vorrebbe forzatamente unire politicamente(e non) il mondo per uniformarlo a determinate visioni ideologiche(o di altro tipo).

Ora come ora, sembra che due possibilità possano attenderci nel futuro: o quella del “NWO” già descritto o quella dell’evoluzione positiva della società che vada verso il superamento delle ingiustizie e delle problematiche passate, e che porti alla creazione di un mondo finalmente più libero,pacifico e armonioso e in questo senso realmente nuovo.

PS:come si può ben notare, nell’articolo è stato usato in modo diverso il termine “Nuovo Ordine Mondiale” e il suo acronimo “NWO”(in italiano “NOM”) per distinguere il generico ideale di un “nuovo mondo” da quello che viene chiamato, a torto o a ragione,il cosiddetto progetto del NWO.

NOTE:
(1)http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2016/01/il-fallimento-del-vecchio-nazionalismo.html
(2)http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2014/09/divide-et-impera.html

Related posts

OBAMA PRONTO A NUOVE SANZIONI CONTRO LA RUSSIA PER LE INGERENZE NELLE ELEZIONI USA

informazione-consapevole

LE POSITIVITA’ DELLA GLOBALIZZAZIONE E I DANNI DEL MONDIALISMO E/O ‘GLOBALISMO’

informazione-consapevole

Virus “porno” circola su Facebook: ecco cosa fare per evitarlo