Crea sito
energia elettrica energia solare Europa Groupe E Greenwatt Payerne Senza categoria Solarpayerne Svizzera

Payerne : il comune svizzero che otterrà l’indipendenza energetica entro il 2015

Il comune di Payerne, in Svizzera, ha annunciato lo sviluppo – insieme alla società Groupe E Greenwatt – del più grande progetto di produzione di energia solare della nazione alpina. Si chiamerà Solarpayerne, e prevede l’installazione di 100 mila metri quadrati di pannelli fotovoltaici, che saranno in grado di produrre 16 milioni di kWh/anno. Ossia l’equivalente di quanto consumato dai 9.500 abitanti della cittadina. 
«Si tratta di un progetto cruciale per il nostro comune, che ci consentirà di ottenere la piena autonomia di qui al 2015», ha spiegato il sindaco Christelle Luisier Brodard. Ma la vera particolarità di Solarpayerne è costituita dalle sue origini: l’idea non è nata infatti in seno alle istituzioni, bensì dal basso. Un cittadino, Cédric Moullet, ha infatti tentato autonomamente di sviluppare il progetto, contattando lo scorso anno personalmente una serie di potenziali partner, e convincendoli della bontà dell’iniziativa. 
Complessivamente, è prevista l’installazione di 40 mila metri quadrati di pannelli sui tetti delle abitazioni, e di altri 60 mila metri quadrati in un terreno situato in un’area industriale

Fonte:http://valori.it/energia/solare-comune-svizzero-che-otterra-l-indipendenza-energetica-6477.html

Related posts

La prima bicicletta in acciaio realizzata con una stampante 3D

informazione-consapevole

Papa Francesco: “Tra gli operai più malpagati ci sono gli insegnanti”

informazione-consapevole

“Israeliani e palestinesi. Le ragioni degli altri”, un libro per approfondire e comprendere meglio il conflitto israelo/palestinese

informazione-consapevole

3 comments

Anonimo Giugno 11, 2013 at 4:53 pm

Bellissima iniziativa! Per le ore notturne però penso che attingano l'energia dalla rete

nella Giugno 11, 2013 at 8:01 pm

Ammirevole iniziativa..anche la location è bellissima!

storieriflessioni Giugno 11, 2013 at 10:30 pm

Eh sì, è proprio una bella notizia.Jan

Comments are closed.