guardie carcerarie news Polizia Senza categoria

Padova:”secondini” assenteisti sorpresi a giocare a calcio

Indagate per truffa dodici guardie carcerarie di Padova. Con loro 5 medici. I ‘secondini’ risultavano in malattia grazie a certificati medici compiacenti, invece si dedicavano a un secondo lavoro. Tra loro, c’era un agente di Polizia penitenziaria assente da mesi per lombosciatalgia e che invece lavorava in un’officina meccanica a Ruvo di Puglia, in provincia di Bari. Un altro agente, anch’egli assente per lombosciatalgia, faceva invece il calciatore, ma non si trattava di una partitella di amici: il giovane militava infatti in una squadra di Promozione.
Dalla Procura di Padova fanno sapere che si tratta di una nuova tranche dell’operazione di polizia che aveva portato all’arresto di sei ‘secondini’ i quali secondo le accuse nello stesso penitenziario Due Palazzi cedevano ai detenuti stupefacenti, telefoni cellulari, materiale informatico, in cambio di soldi. 35 furono allora gli indagati, non solo agenti di Polizia penitenziaria, ma anche detenuti, con rispettivi avvocati e familiari. “Bene che si faccia pulizia”, dice Giovanni Vona del Sappe, che al TgR Rai sottolinea: “Occorre fare chiarezza e piena luce, per riportare serenità nelle fila della stragrande maggioranza dei poliziotti penitenziari del Due Palazzi onesta e che fa il suo lavoro con tanto sacrificio”.

Nella vicenda era da registrare anche la morte di Giovanni Pucci, l’elettricista che uccise nel 1999 Maria Monteduro, una dottoressa in servizio notturno presso la guardia medica di Gagliano del Capo, nel basso Salento. L’uomo godeva del regime di semilibertà e nel frattempo si era anche sposato: era finito sotto accusa perché ritenuto un tramite con l’esterno e non ha probabilmente retto l’urto delle nuove accuse.

Related posts

Il piumino vegetale che fa bene alle farfalle

informazione-consapevole

Tunisia: l’ISIS rivendica l’attacco al Museo del Bardo, che ha causato 24 morti, tra cui 2 italiani

Regno Unito, il presentatore della BBC Jimmy Savile avrebbe abusato di almeno 22 studentesse e un ospite di una scuola