Crea sito
alimentazione cibo Curiosità

Non solo vegani e vegetariani: alla scoperta degli stili di alimentazione più sconosciuti


Di Francesca Cipparrone
Si sente sempre parlare di onnivori, vegetariani e vegani; ma siamo proprio sicuri che non esistono altre inclinazioni alimentari e altri stili di diete? Viaggio alla scoperta dei sapori e dei gusti!
Innanzitutto bisogna fare una precisazione di fondamentale importanza: quando si segue una dieta non si rinuncia proprio a nulla; non si parla ne di privazioni ne di astinenza, bensì di scelte, di alternative, di sostituzioni.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 Il vegano non rinuncia alla carne, semplicemente predilige altri alimenti, che molto spesso non sono conosciuti, ma risultano essere molto più gustosi rispetto al cibi tradizionali. I diversi stili di vita sotto elencati, presenteranno le altre inclinazioni e abitudini alimentari di cui nessuno parla ancora e nessuno rinuncia a niente, come ad esempio i….
Locavori: loro non rinunciano praticamente a nulla, unica regola essenziale che seguono è che gli alimenti debbano necessariamente essere a km 0 e mangiano soltanto alimenti del posto. Per intenderci mai mangerebbero hot dog in Italia e quando viaggiano lo fanno prima col gusto e col palato e poi con il corpo. Assaporano i cibi tradizionali dei luoghi e mangiano solo alimenti di stagione . Tutto questo ha ovviamente una ragione, ovvero ridurre e azzerare l’impatto ambientale delle proprie abitudini alimentari.
Pescetariani: evitano la carne ma la rimpiazzano con abbondanti piatti di pesce fresco.
Fruttariani: mangiano isolo i frutti caduti dagli alberi: vietato far male alle piante, perchè anche loro sono esseri viventi.
Ecotariani: mangiano tutto, basta solo che i cibi abbiano un impatto ambientale pari a zero
Paleodieta: compiono un viaggio a ritroso nel tempo e seguono lo stile di vita alimentare risalente a 15 mila anni fa.
Flexitariani: già dal nome si percepisce che sono molto più flessibili dei vegani e vegetariano nelle scelte alimentari: mangiano la carne e il pesce di tanto in tanto e fanno volutamente uno strappo alla regola.
Freegan: sono i più parsimoniosi, odiano gli sprechi e comprano nei supermercati tutti i prodotti che hanno breve scadenza, così da consumarli subito e evitare che i supermercati li buttino. A volte. però, si nutrono anche di carcasse di animali morti trovati lungo le strade.
Crudisti: mangiano tutto tranne i cibi cotti.
Chi manca?

Related posts

Il tè verde fa bene al cervello

Germania: le barzelette durante il comunismo, come si rideva nella DDR

informazione-consapevole

Brevetti sul cibo, Mira Shiva: “È questione di vita o di morte”

informazione-consapevole