Crea sito
America Latina Honduras leggenda Città Bianca misteri news Senza categoria

Nella giungla dell’Honduras c’è una città appartenente a una civiltà sconosciuta

Di Nathaniel Janowitz
La leggenda della misteriosa Città Bianca cominciò nel sedicesimo secolo, quando i conquistadores spagnoli esplorarono le giungle a ridosso delle coste caraibiche che oggi fanno parte dell’Honduras. 
Si dice che la città scintillasse di sfarzosi edifici bianchi, e che nel centro sorgesse una statua gigante di un dio dalle sembianze di una scimmia.
L’anno scorso, una squadra di ricercatori ha affermato di avere trovato i resti di una città appartenente a una civiltà sconosciuta. Da pochi giorni ha preso il via la spedizione per scoprire di che si tratta. 
“Un gruppo di archeologi e scienziati sta viaggiando verso la Città Bianca per allestire le strutture necessarie agli scavi preliminari,” ha spiegato ai reporter il Presidente honduregno Juan Orlando Hernández.
La scoperta del sito di rovine risale al maggio 2012, quando fu identificato attraverso una mappatura aerea della remota valle di La Mosquitia — la regione tropicale localizzata nella parte più orientale dell’Honduras.
Dopo la prima spedizione via terra, effettuata nel marzo 2015, gli archeologi annunciaronoa National Geographic di essere “riusciti a identificare e mappare grandi piazze, terrapieni, e una piramide di terracotta che apparteneva a una civiltà che era pulsante un migliaio di anni fa, e poi è svanita.”
I membri della spedizione trovarono “incredibilmente strano” lo stato di conservazione delle rovine, che sembravano quasi intonse. Il gruppo ha deciso di non rivelare l’esatta posizione dei reperti per evitare di attirare i saccheggiatori.
Per i ricercatori, a La Mosquitia non ci sarebbe una Città Bianca, come vorrebbe la leggenda, ma numerose città, oggi sepolte.
Una scoperta considerata rivoluzionaria, dato che le rovine non sembrano appartenere a nessuna delle antiche civiltà della regione, come ad esempio Maya o Aztechi. Finora gli archeologi hanno ritrovato 52 manufatti, ma molti altri giacciono appena sotto il primo strato del terreno. Analizzati da un team di esperti, i manufatti risalirebbero al periodo compreso tra il 1000 e il 1400 avanti Cristo.
“Abbiamo cominciato qualcosa che dobbiamo portare a termine,” spiega a VICE News Chris Fisher, uno dei coordinatori della spedizione in corso, mentre sale a bordo dell’elicottero che lo porterà vicino al sito di scavo. Fisher, insieme ad alcuni colleghi, trascorrerà un mese sul posto. 
“No, non esiste una ‘città bianca’, è una leggenda. Ma ciò che abbiamo scoperto è una città virtualmente intonsa sepolta nel mezzo della giungla. È una gemma culturale ed ecologica; un patrimonio globale.”
Fisher ha anche ringraziato il governo dell’Honduras per avere destinato “risorse significative” a come “capire e proteggere questa eccezionale scoperta”. 

Related posts

I misteriosi labirinti delle Cattedrali gotiche

informazione-consapevole

IL DOSSIER – Hrw contro la Cia: «Dissidenti libici torturati e consegnati a Gheddafi»

informazione-consapevole

Svezia: bandiera nera con scritte bianche e barbe lunghe, i Bearded Villains scambiati per l’ISIS da un passante, ma la polizia si accorge subito dell’errore e tutto finisce a risate

informazione-consapevole