Crea sito
analisi euro Europa Foreign Policy Internazionale interviste Libano Medio Oriente Nassim Nicholas Taleb opinioni politica Senza categoria Svizzera UE

Nassim Taleb: l’UE è un orribile stupido progetto

Un altro grande si aggiunge ai tanti che considerano l’euro un progetto fallimentare. Intervista di Foreign Policy a Nassim Taleb, in cui senza mezzi termini il filosofo e matematico Libanese castiga l’euro e  afferma che la grandezza dell’Europa stava nella sua diversità.

Nassim Nicholas Taleb è famoso per andare contro corrente, ed ha avuto un tale successo che il titolo del suo libro Il Cigno Nero è diventato ormai un cliché che indica l’imprevedibilità globale, ben oltre il suo significato originario riferito a Wall Street. Nato in Libano, ha superato i primi anni della guerra civile alla fine degli anni ’70 leggendo filosofia e matematica – da Platone a Poincaré – nel seminterrato della sua casa di famiglia. La guerra gli ha insegnato quanto velocemente possono cambiare le sorti, un’idea che lui ben presto ha applicato ai mercati dei derivati. Per Taleb, l’investimento è una forma di ” iperconservatorismo”, che comporta di fare un sacco di piccole scommesse su eventi esageratamente improbabili – come una crisi valutaria o la crisi bancaria, su cui ha fatto decine di milioni di dollari. Il suo ultimo progetto è aiutare i governi a divenire più consapevoli dei rischi, e il suo fervente messaggio anti-euro lo ha aiutato a conquistare l’ascolto del primo ministro britannico David Cameron.

Ci sono tre categorie di cose: cose fragili che si rompono, come il sistema finanziario; cose solide, che non si rompono facilmente, ma non migliorano, come il ponte di Brooklyn; e la mia nuova categoria, cose “antifragili” che traggono forza dallo stress e dal fallimento, come l’evoluzione. Il problema fondamentale in politica estera è che la gente spara per la stabilità piuttosto che per l’ antifragilità.
Il paese più stabile nella storia del genere umano, e probabilmente il più noioso, tra l’altro, è la Svizzera. Non è nemmeno una città-stato, è uno stato municipale. La maggior parte delle decisioni vengono prese a livello locale, cosa che consente di distribuire gli errori, che non incidono negativamente sul sistema più ampio. Nello stesso tempo, la gente vuole un’Europa unita, più allineamento, e controllare i problemi. La soluzione è proprio nel cuore dell’Europa – la Svizzera. Non è unita! Non ha una Brussels! Non ne ha bisogno.

Sono appena tornato dal Libano, che mi sembra il posto più stabile di tutta l’area. Ogni rischio è visibile ad occhio nudo, lì; non si può essere danneggiati da una cosa del genere. Il tasso di omicidi è molto inferiore a quello degli Stati Uniti. I media dicono che è il caos – ma non lo è. Alla fine, è stabile perché Hezbollah e gli Sciiti sanno che devono vivere con i Sunniti e i Cristiani. Non può cadere in pezzi perché è un caos perfettamente controllato.

Abbiamo bisogno di un governo più piccolo, più decentrato. Sulla carta, grande potrebbe sembrare molto più efficiente – per avere economie di scala. Ma in realtà, è molto più efficiente se è piccolo. Un elefante è di gran lunga metabolicamente più efficiente, di un topo. E’ lo stesso per una megalopoli contrapposta ad un villaggio. Ma un elefante si può rompere una gamba molto facilmente, mentre si può buttare un topoe da una finestra e andrà tutto bene. La dimensione ti rende fragile.

L’Unione europea è un orribile, stupido progetto. L’idea che l’unificazione avrebbe creato un’economia in grado di competere con la Cina e fosse più come gli Stati Uniti è pura spazzatura. Quel che ha rovinato la Cina, nel corso della storia, è lo stato gerarchico dall’alto verso il basso. Ciò che ha reso grande l’Europa è stata la diversità: politica ed economica. Avere la stessa moneta, l’euro, è stata una pessima idea. Ha incoraggiato tutti a prendere prestiti all’estremo.

Fonte:http://www.foreignpolicy.com/articles/2012/10/08/epiphanies_from_nassim_nicholas_taleb

http://vocidallestero.blogspot.it/2012/10/nassim-taleb-lue-e-un-orribile-stupido.html

Related posts

Dietro alle guerre ci sono i banchieri

Dal petrolio agli appalti: quanti affari italiani saltati per il caos in Libia

informazione-consapevole

Kenya, il gruppo islamista al-Shabaab minaccia: “Sarà una guerra lunga e orribile”