Astronomia Eta Aquaridi maggio news Senza categoria stelle cadenti

Naso all’insù per lo spettacolo delle Eta Aquaridi, le stelle cadenti di maggio

Di Filomena Fotia

Il cielo di maggio è affollato da eventi da non perdere: tra questi le stelle cadenti che caratterizzano la prima decade del mese, le Eta Aquaridi, uno sciame meteorico che si ritiene originato dalla Cometa di Halley.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 Il nome trae origine dalla posizione del radiante (il punto dal quale sembrano originarsi le meteore dello sciame), localizzato nei pressi della omonima stella η Aquarii, della costellazione dell’Acquario.

La pioggia meteorica è attiva per circa un mese ma la maggiore frequenza inizia il 3 maggio, con picco tra il 5 ed il 6, per terminare poi il 10.
Purtroppo non è paragonabile agli sciami delle Leonidi o delle Perseidi, in quanto si caratterizza per un tasso orario zenitale di 60 (il numero di stelle cadenti che è possibile osservare in un’ora con cielo buio, terso, con radiante allo zenit), rarissimo alle latitudini settentrionali a causa della bassa altezza del radiante, e inoltre l’osservazione non è proprio agevole (il massimo di visibilità avviene nelle ore precedenti al sorgere del Sole, in quanto il radiante sorge a est poche ore prima dell’alba, per risalire poi verso sudest nelle ore successive).

Related posts

La mezza bufala di Steve Jobs figlio di un “profugo siriano”

informazione-consapevole

Natale di Roma: la leggenda della fondazione

“Era nell’organico dell’Isis”, l’uomo di origine siriana fermato a Orio Alali Faowaw accusato di terrorismo, lui si difende: “Ero solo un vigile urbano”

informazione-consapevole