Crea sito
cannabis Droga marijuana Monsanto Multinazionali OGM opinioni salute

Marjuana Libera, occhio alla fregatura !!!

Di Cristian Casoni
Non avrei mai pensato di ritrovarmi a scrivere di questo, ma i tempi cambiano e aimè non in meglio, ho passato più della metà della mia vita assumendo sostanze di ogni tipo, non sono certo un proibizionista bacchettone, anch’io professavo la legalizzazione delle droghe leggere per contrastare la malavita e accrescere la qualità delle sostanze, sono cresciuto purtroppo in mezzo alla cultura dello sballo che si sposava bene con il disagio interiore, quel disagio che molti sentono nella società attuale: si cerca di fuggire alla realtà con l’illusione di stare meglio, ma in realtà non si fa altro che sprofondare sempre più.
In tutto il mondo, l’antiproibizionismo sta avanzando, in USA, in Sud America ed in Europa i governi improvvisamente stanno diventando antiproibizionisti, oltre a promuovere i cannabinoidi in campo medico legalizzano anche la sostanza per uso ricreativo. Non ci sarebbe nulla da dire in un mondo normale, è risaputo che la marjuana ha proprietà farmaceutiche, ma il problema è che non siamo in un mondo normale…

….
La Monsanto, GW Pharma, Bayer e HortaPharm, stanno lavorando sotto banco per creare semi di Marjuana che generano solo piante femmine sterili, cosi chi li coltiva è costretto ad ogni raccolto ad acquistarne di nuovi, ma il problema è che questi semi sono modificati geneticamente, con tassi di THC superiori al 50%, cioè la sostanza che fa “sballare” è molto elevata, non per niente dietro alla Skunk, la famosa Marjuana Olandese, c’è David Watson della HortaPharm, il quale collabora con la Monsanto e la Bayer per utilizzare la tecnologia OGM.
Questi tipi di Marjuana geneticamente modificata creano grossi danni al cervello, come hanno notato i centri di recupero dalle tossico dipendenze, ora i ragazzi che assumono Marjuana o Hashish hanno molti più problemi a livello cerebrale che un tempo.
La Marjuana muove capitali enormi, in un mondo dove le ricchezze sono drenate dalle multinazionali e i popoli sono sempre più poveri, quale miglior metodo per tenere rincoglionita la gente e intanto fare una sacco di soldi, senza contare quello che comporta e i danni che si provocano a livello fisico/mentale, una manna per chi ha a cuore il controllo delle masse…

Related posts

(Disf)ACTA: “no” a una nuova minaccia per il web

Sud Sudan,cui prodest?

Il berlusconismo senza Berlusconi

informazione-consapevole

8 comments

Anonimo Maggio 16, 2014 at 12:01 am

no frate', tu te lo sei fregato a suo tempo il cervello prima che nascesse monsanto, senti a me! cosa dici, se fosse libera la …canapa e no marijuana, sarebbe come il pomodoro, la stragrande maggioranza dei contadini si atterrebbero a principi bio.monsanto fa breccia nei paesi meno industrializzati dove hanno accordi governativi a sostenere le loro folli gesta e nelle menti dei disonesti.la canapa prima di tutto e' un alimento, dopo una risorsa medica, dopo una risorsa bioenergetica bioplastica, dopo una poli risorsa industriale… quello che dici chi sa dove lo hai letto e sei rimasto flashato, ma senti a me …frate': il problema non e' che ci sta chi se la fuma il problema e' che si dovrebbe iniziare a ridistribuire ricchezza a livello globale come e' stato fino a 100 anni fa'!pse comunque monsanto non riuscira' mai a produrre semi come la potente canapa che nasce sugli altopiani indiani.

Anonimo Maggio 16, 2014 at 12:01 am

no frate', tu te lo sei fregato a suo tempo il cervello prima che nascesse monsanto, senti a me! cosa dici, se fosse libera la …canapa e no marijuana, sarebbe come il pomodoro, la stragrande maggioranza dei contadini si atterrebbero a principi bio.monsanto fa breccia nei paesi meno industrializzati dove hanno accordi governativi a sostenere le loro folli gesta e nelle menti dei disonesti.la canapa prima di tutto e' un alimento, dopo una risorsa medica, dopo una risorsa bioenergetica bioplastica, dopo una poli risorsa industriale… quello che dici chi sa dove lo hai letto e sei rimasto flashato, ma senti a me …frate': il problema non e' che ci sta chi se la fuma il problema e' che si dovrebbe iniziare a ridistribuire ricchezza a livello globale come e' stato fino a 100 anni fa'!pse comunque monsanto non riuscira' mai a produrre semi come la potente canapa che nasce sugli altopiani indiani.

Informazione Consapevole Maggio 20, 2014 at 9:46 am

Nell'articolo, si parla della marijuana, non della canapa, e non è un pezzo contro la legalizzazione della canapa .Che la canapa abbia mille risorse è vero, e il ridurla solo al suo uso " ricreativo " ( come fanno spesso da una parte e dall'altra ) è sbagliato .Per quanto riguarda gli OGM, pensa alla soia … ormai la maggior parte della produzione è geneticamente modificata, e così sta diventando anche per altro …Quest'articolo è solamente un'opinione " controcorrente " sulla questione, e serve a far capire che non è tutto oro quel che luccica, e che la campagna attuale di legalizzazione della canapa ( che condivido personalmente ) sta venendo " deviata " principalmente sui suoi utilizzi " ricreativi " ( invece che puntare anche e sopratutto su cose socialmente più importanti, tipo i benefici terapeutici e di altro tipo ) anche grazie al coinvolgimento da parte di certi gruppi di potere ( come la Monsanto ) che intendono usare la campagna per i propri interessi …A proposito di ricchezza globale, chi finanzia l'attuale campagna di legalizzazione è lo speculatore George Soros, uno dei miliardari più ricchi del mondo http://www.cannabisculture.com/content/2014/04/03/Billionaire-George-Soros-Behind-Major-Push-Marijuana-Legalization, e David Rockefeller,un'altro personaggio ben poco " filantropico " ( e sui Rocefeller, ci sarebbe da dire che dietro alla campagna per la proibizione c'erano sempre loro a suo tempo ( http://www.re-set.me/?p=3822 ) …L'obiettivo praticamente è quello di premere solo sull'aspetto " ricreativo " e promuovere ancora di più una cultura dello " sballo " , per controllare meglio la popolazione.Ps: se avresti letto l'articolo ti saresti accorto che non è di questo blog, ma è stato ripreso da un'altro ( http://yogavitaesalute.it/la-finestra-sul-mondo/primo-piano/marjuana-libera-occhio-alla-fregatura ) … ma immagino che ti sei fermato al titolo e a qualche parola sparsa, e hai risposto di conseguenza, visto che probabilmente l'articolo urtava certi tuoi dogmi e (pre)giudizi

Informazione Consapevole Maggio 20, 2014 at 9:46 am

Nell'articolo, si parla della marijuana, non della canapa, e non è un pezzo contro la legalizzazione della canapa .Che la canapa abbia mille risorse è vero, e il ridurla solo al suo uso " ricreativo " ( come fanno spesso da una parte e dall'altra ) è sbagliato .Per quanto riguarda gli OGM, pensa alla soia … ormai la maggior parte della produzione è geneticamente modificata, e così sta diventando anche per altro …Quest'articolo è solamente un'opinione " controcorrente " sulla questione, e serve a far capire che non è tutto oro quel che luccica, e che la campagna attuale di legalizzazione della canapa ( che condivido personalmente ) sta venendo " deviata " principalmente sui suoi utilizzi " ricreativi " ( invece che puntare anche e sopratutto su cose socialmente più importanti, tipo i benefici terapeutici e di altro tipo ) anche grazie al coinvolgimento da parte di certi gruppi di potere ( come la Monsanto ) che intendono usare la campagna per i propri interessi …A proposito di ricchezza globale, chi finanzia l'attuale campagna di legalizzazione è lo speculatore George Soros, uno dei miliardari più ricchi del mondo http://www.cannabisculture.com/content/2014/04/03/Billionaire-George-Soros-Behind-Major-Push-Marijuana-Legalization, e David Rockefeller,un'altro personaggio ben poco " filantropico " ( e sui Rocefeller, ci sarebbe da dire che dietro alla campagna per la proibizione c'erano sempre loro a suo tempo ( http://www.re-set.me/?p=3822 ) …L'obiettivo praticamente è quello di premere solo sull'aspetto " ricreativo " e promuovere ancora di più una cultura dello " sballo " , per controllare meglio la popolazione.Ps: se avresti letto l'articolo ti saresti accorto che non è di questo blog, ma è stato ripreso da un'altro ( http://yogavitaesalute.it/la-finestra-sul-mondo/primo-piano/marjuana-libera-occhio-alla-fregatura ) … ma immagino che ti sei fermato al titolo e a qualche parola sparsa, e hai risposto di conseguenza, visto che probabilmente l'articolo urtava certi tuoi dogmi e (pre)giudizi

kaimano Maggio 20, 2014 at 10:52 pm

Si, il senso dell'articolo va in quella direzione da te descritta (info consapevole). Non centra nulla con la canapa, che tra l'altro sarebbe da incoraggiare la coltivazione visto gli infiniti modi di utilizzo. Grazie a tutti comunque. Ciao Cristian Casoni

kaimano Maggio 20, 2014 at 10:52 pm

Si, il senso dell'articolo va in quella direzione da te descritta (info consapevole). Non centra nulla con la canapa, che tra l'altro sarebbe da incoraggiare la coltivazione visto gli infiniti modi di utilizzo. Grazie a tutti comunque. Ciao Cristian Casoni

piero frisenda Settembre 10, 2016 at 11:06 pm

Il trionfo è di chi scopre a fondo i segreti di un prodotto eccezionale. Scopri anche tu set di error sticky note. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ3MzcxNDM0NCwwMTAwMDAxMixzZXQtZGktZXJyb3Itc3RpY2t5LW5vdGUuaHRtbCwyMDE2MTAxMCxvaw==

piero frisenda Settembre 10, 2016 at 11:06 pm

Il trionfo è di chi scopre a fondo i segreti di un prodotto eccezionale. Scopri anche tu set di error sticky note. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ3MzcxNDM0NCwwMTAwMDAxMixzZXQtZGktZXJyb3Itc3RpY2t5LW5vdGUuaHRtbCwyMDE2MTAxMCxvaw==

Comments are closed.