Crea sito
Gran Bretagna inghilterra islamismo Londra news UK

Londra,polemiche in una metro:uomo islamista insulta ragazza 27enne perché aveva i piedi sopra il sedile:”Dovresti finire in prigione”

«Dovresti finire in prigione. Io sono musulmano e ora non posso più sedermi lì. Io quando prego mi tolgo le scarpe».
Ruby Butler
Questo è quanto ha urlato un passeggero della metro di Londra a una donna che teneva i piedi sopra il sedile. Una scena che la stessa ragazza, la 27enne Ruby Butler, ha deciso di immortalare con un video, ora divenuto virale. Il filmato riprende l’uomo urlare e insultare la giovane per il suo comportamento certo sbagliato e irrispettoso.
Solo che l’uomo ha trasformato il tutto in un dibattito religioso che ha scatenato lo sdegno di molti. Nello stesso video, d’altronde, si vedono gli altri passeggeri intervenire e chiedere al musulmano di andarsene.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/islamico-attacca-ragazza-rendi-impura-metro-1170239.html

Il musulmano, il cui nome non è ancora noto alle autorità inglesi, si è scagliato contro Ruby solo perché questa teneva i piedi sopra il sedile. “Io sono musulmano e ora non posso più sedermi lì”, si è messo a urlare l’islamico convinto che i pedi della donna avevano in qualche modo reso impuro il sedile. Un gesto, quello della giovane mamma, non educatissimo ma dettato dalla estrema stanchezza dopo una lunga giornata. Non appena l’uomo ha iniziato ad andare in escandescenze, la 27enne ha iniziato a registrare tutto con il cellulare temendo che la situazione potesse degenerare. Il video (guarda qui) è stato immediatamente postato su YouTube e, nel giro di pochi giorni, ha avuto migliaia di visualizzazioni.

Related posts

La corruzione nell’Europa dell’Est? Soprattutto nella sanità

Deruba un disabile in carrozzina a Is Mirrionis a Cagliari, arrestato 37enne

SESSISMO ONLINE: IN UN GRUPPO SEGRETO DI FACEBOOK SI ESALTAVA LA VIOLENZA DI GENERE(QUESTA VOLTA CONTRO GLI UOMINI),LE SOMIGLIANZE CON QUEI GRUPPI IN CUI SI INSULTAVANO LE DONNE

informazione-consapevole