Crea sito
curdi Kurdistan primavera araba Senza categoria

L’esperimento del Kurdistan occidentale ha dimostrato che le persone possono portare a dei reali cambiamenti politici e sociali



Di Zaher Baher

Il Kurdistan è una terra di circa 40 milioni di persone che dopo la Prima Guerra Mondiale fu diviso tra Iraq, Siria, Iran e Turchia. Storicamente, i curdi hanno patito massacri e genocidi per mano dei regimi successivi, soprattutto in Iraq e in Turchia. Da allora hanno costantemente sofferto e sono stati oppressi dai governi centrali dei Paesi a cui il Kurdistan fu annesso. Nel Kurdistan iracheno, sotto il regime di Saddam Hussein, il popolo curdo ha subito attacchi di armi chimiche sotto l’Operazione Anfal. In Turchia, fino a poco tempo fa, i curdi non avevano nemmeno il diritto fondamentale di parlare nella propria lingua. Storicamente, sono stati riconosciuti come “i turchi che vivono in montagna” (un riferimento alla regione del Kurdistan e di come ci siano così tante montagne). In Siria, la situazione dei curdi era migliore che in Turchia. In Iran hanno alcuni diritti fondamentali e sono riconosciuti come parte di una nazione diversa dai persiani, ma non hanno una propria autonomia.<

br />Dopo la prima guerra del Golfo nel 1991, il popolo curdo in Iraq è riuscito a creare il proprio governo regionale, il Governo Regionale del Kurdistan (KRG).Dopo l’invasione e l’occupazione dell’Iraq nel 2003, il popolo curdo ha approfittato di questa situazione per rafforzare il proprio potere locale. E’ riuscito ad ottenere il diritto ad avere la propria amministrazione, il proprio bilancio, un proprio parlamento ed un proprio esercito.
Sono stati tutti riconosciuti dal governo iracheno e, in una certa misura, sono sostenuti dal governo centrale.
Ciò ha incoraggiato e ha avuto un impatto positivo sulle altre parti del Kurdistan, in particolare Turchia e in Siria.
Nello stesso anno dell’invasione dell’Iraq (2003), il popolo curdo in Siria ha istituito il proprio partito, il Democratic Union Party (PYD); anche se c’erano già un certo numero di altri partiti e organizzazioni curde esistenti nella regione. Alcuni di loro erano così vecchi che risalivano al 1960, ma erano inefficaci rispetto al PYD che si è sviluppato e diffuso rapidamente tra il popolo curdo.

La primavera araba
La primavera araba raggiunse la Siria all’inizio del 2011 e, dopo un breve periodo di tempo, si diffuse anche nelle regioni del Kurdistan siriano: Al Jazera, Kobany e Afrin. La protesta tra il popolo curdo in questi tre cantoni fu molto forte ed efficace. Questo, in un certo modo, causò il ritiro dell’esercito siriano dai cantoni curdi lontano da alcune zone di Al Jazera di cui vi parlerò più avanti.
Nel frattempo, la gente del posto, con il supporto del PYD & PKK, formò la Tev-Dam, (il Movimento della Società Democratica). Questo movimento diventò rapidamente molto forte e popolare tra la popolazione della regione. Una volta che l’esercito e l’amministrazione siriana si ritirarono, la situazione diventò molto caotica, (vi spiegherò perché). Ciò costrinse la Tev-Dam ad attuare i suoi piani e programmi senza ulteriori ritardi prima che la situazione si aggravasse.
Il programma del Tev-Dam era molto completo e coprì ogni singolo problema nella società. Furono coinvolte molte persone di diverso ordine e provenienza, tra cui curdi, arabi, musulmani, cristiani, assiri e Yazidi. Il primo compito fu quello di stabilire una serie di gruppi, comitati e comuni nelle strade, in quartieri, villaggi, contee e nelle piccole e grandi città. Il ruolo di questi gruppi fu quello di essere coinvolti in tutti i problemi che deve affrontare la società. I gruppi furono istituiti per esaminare una serie di questioni, tra cui: la donna,l’economia,l’ambiente,l’educazione,le questioni sanitarie, il supporto e la solidarietà, i centri per le famiglie dei martiri, il commercio e le imprese, le relazioni diplomatiche con i Paesi stranieri e molte altre. Ci sono gruppi stabiliti anche per conciliare le controversie tra persone o fazioni diverse cercando di evitare di far finire queste dispute in tribunale a meno che questi gruppi siano incapaci di risolverle.
Questi gruppi di solito tengono le proprie riunioni ogni settimana per parlare dei problemi che le persone devono affrontare dove vivono. Hanno un loro rappresentante nel gruppo principale dei villaggi o delle città chiamate “Casa del Popolo”.
Il Tev-Dam, a mio parere, è l’organo di maggior successo in quella società e potrebbe raggiungere tutti gli obiettivi che sono stati impostati. Credo che le ragioni del suo successo siano:
1 La volontà, la determinazione e il potere delle persone che credono di poter cambiare le cose.
2. La maggior parte delle persone crede nel lavoro volontario in tutti i livelli di servizio per rendere
l’evento / esperimento un successo.
3. Essi hanno creato un esercito di difesa composto da tre parti differenti: Difesa Unità Popolare (People’s Defence Units,PDU), l’Unità di Difesa Femminile (Women’s Defence Units,WDU) e la Asaish (una forza mista di uomini e donne che esiste nelle città e in tutti i posti di blocco fuori da esse per proteggere i civili da qualsiasi minaccia esterna). In aggiunta a queste forze, c’è un’unità speciale per sole donne, per affrontare questioni di stupro e violenza domestica.
Da quello che ho visto, il Kurdistan siriano ha preso una strada diversa (e, a mio parere, unica) dalla “primavera araba” e le due non possono essere confrontate.
Ci sono un paio di importanti differenze tra di loro.
1. Ciò che successe nei Paesi che facevano parte della “primavera araba” furono grandi eventi e molti di essi cacciarono la tirannia. La “primavera araba” nel caso dell’Egitto, ha prodotto uno Stato islamico e poi una dittatura militare. Altri paesi se la sono cavata un po’ meglio. Questo dimostra che le persone sono forti e possono essere gli eroi della storia in un momento particolare, ma che non sono state in grado di ottenere ciò che volevano per molto tempo. Questa è una delle principali differenze tra la “primavera araba” e la “primavera curda” nel Kurdistan siriano, dove quest’ultimo ha potuto ottenere quello che voleva per lungo tempo -o, almeno, finora.
2. Nel Kurdistan siriano le persone erano preparate e sapevano quello che volevano. Esse credevano che la rivoluzione dovesse partire dal basso della società e non dalla cima. Doveva essere una rivoluzione sociale, culturale,educativa e politica. Doveva essere contro lo Stato, il potere e l’autorità. Dovevano essere le persone nelle comunità ad avere le responsabilità sulle decisioni finali. Questi sono i quattro principi del Movimento della Società Democratica (Tev-Dam). Doveva essere dato credito a chi era dietro a queste grandi idee e agli sforzi compiuti per metterli in pratica, che si trattasse di Abdulla Ocallan e i suoi compagni o chiunque altro. Inoltre, le persone nel Kurdistan siriano istituirono numerosi gruppi locali sotto nomi diversi per far funzionare la rivoluzione. Negli altri Paesi della “primavera araba”, le persone non erano preparate e sapevano solo che volevano sbarazzarsi del governo attuale, ma non del sistema. Inoltre, la stragrande maggioranza delle persone pensava che l’unica rivoluzione fosse quella dall’alto. L’impostazione dei gruppi locali non fu intrapresa se non per una piccola minoranza di anarchici e libertari.

Democratic Self Administration (DSA)
Dopo molto duro lavoro,discussioni e pensieri, la Tev-diga giunse alla conclusione che aveva bisogno di un DSA in tutti e tre i Cantoni del Kurdistan (Al jazera, Kobany e Afrin). A metà del mese di gennaio 2014, l’Assemblea popolare elesse il proprio DSA, autonomamente, per implementare ed eseguire le decisioni della “Casa del Popolo” (commissione principale del Tev-Dam) e assumersi una parte del lavoro dell’amministrazione nelle organizzazioni dell’autorità,dei comuni, dei dipartimenti dell’istruzione e della sanità, del commercio e degli affari locali, dei sistemi di difesa e di quello giudiziario, ecc. Il DSA è composto da 22 uomini e donne,ognuna delle quali ha due deputati (un uomo e una donna) . Quasi la metà dei rappresentanti sono donne. Fu organizzato in modo che potessero partecipare tutte le persone di diversa provenienza, nazionalità, religione e genere. Questo creò un’atmosfera di pace, fratellanza / sorellanza, soddisfazione e libertà.
In poco tempo, quest’amministrazione fece un sacco di lavoro ed emanò un contratto sociale, delle leggi sui trasporti, delle leggi dei partiti e un programma o piano del Tev-Dam. Nel Contratto Sociale, la prima pagina afferma: “Le aree di democrazia autogestita non accettano i concetti di nazionalismo statale, militare o di religione o di gestione centralizzata o di regole centrali, ma sono aperti a forme compatibili con le tradizioni della democrazia e del pluralismo,sono aperte a tutti i gruppi sociali e alle identità culturali della democrazia ateniese e di espressione nazionale attraverso la loro organizzazione .. “Ci sono molti decreti del Contratto Sociale. Alcuni sono estremamente importanti per la società, tra cui:
A. La separazione tra Stato e religione
B. Il divieto dei matrimoni al di sotto dei 18 anni.
C Il riconoscimento dei diritti delle donne e dei bambini, protetti e incrementati.
D Il divieto della circoncisione femminile.
E. Il divieto della poligamia.
F. La rivoluzione deve avvenire dal basso della società ed essere sostenibile.
G. Libertà, uguaglianza, pari opportunità e non discriminazione.
H. Parità tra uomini e donne.
I. Tutte le lingue che le persone parlano devono essere riconosciute e arabo, curdo e siriano sono le lingue ufficiali di Al Jazera.
J. Fornire una vita decente ai prigionieri e rendere il carcere un luogo per la riabilitazione e la riforma.
K. Ogni essere umano ha il diritto di chiedere asilo e rifugio e non può essere restituito senza il suo
consenso.

Traduzione di Stefano F per http://ienaridensnexus.blogspot.it/

Fonte:https://libcom.org/news/experiment-west-kurdistan-syrian-kurdistan-has-proved-people-can-make-changes-zaher-baher-2

http://ienaridensnexus.blogspot.it/2014/09/lesperimento-del-kurdistan-occidentale.html

Related posts

Bauman:la politica è liquida

informazione-consapevole

Gli orsi polari sopravviveranno allo scioglimento dei ghiacci

informazione-consapevole

Vitalizi, ecco cosa prevede la delibera approvata da Camera e Senato sull’abolizione per i parlamentari condannati