Crea sito
Hstory Channel Messerschmitt Me 323 Gigant misteri nazismo Sardegna Senza categoria

L’aereo nazista in Sardegna, la storia del relitto del ‘Gigante’ di Hitler

L’aereo nazista in Sardegna, la storia del relitto del 'Gigante' di Hitler
Nei fondali di Caprera, nell’arcipelago della Maddalena, si trovano i resti del più grande aereo utilizzato durante la Seconda Guerra Mondiale: ilMesserschmitt Me 323 “Gigant”, un colossale velivolo tedesco capace di trasportare soldati e panzer. Abbattuto nel 1943, è stato ritrovato solo tre anni fa: una scoperta raccontata da L’aereo nazista in Sardegna, documentario di History Channel in onda il 31 agosto alle 22.00.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Progettato per l’invasione della Gran Bretagna, l’aereo era dotato di sei motori, con una capacità di carico di 45 tonnellate e aveva una struttura di tubi in metallo ricoperta di tessuto. Il 26 luglio 1943 due di questi aerei mastodontici (e molto difficili da manovrare), partiti dal campo di aviazione di Grosseto, atterrano ad Olbia, dove caricano 83 soldati feriti da riportare nell’entroterra italiano. Pochi minuti dopo il decollo, i due velivoli sono individuati e abbattuti da quattro Bristol Beaufighters (aerei da caccia britannici): uno si schianta a Mongiardino, una località dell’isola della Maddalena, il secondo cade in mare.
Il relitto di questo secondo “gigante” è stato ritrovato, coperto di coralli, nel gennaio 2012 sul fondale dell’arcipelago a quattro km dalla costa e a 65 metri di profondità. Un ritrovamento straordinario e unico, possibile solo perché la corrente non troppo forte ha risparmiato, in tutti questi anni, la fragile struttura del “Gigant”.

Related posts

Gli Incas e il miraggio di Eldorado

L’energia della Terra, un’opportunità da sfruttare

Tutela del copyright? Apple potrà spegnere l’iPhone a distanza

informazione-consapevole