Crea sito
Iran news nucleare iraniano

L’accordo sul nucleare iraniano “non è mai stato più vicino”


L’accordo sul nucleare iraniano “non è mai stato più vicino. Questo permetterà l’apertura di nuove strade per risolvere i problemi comuni alla comunità internazionale, come l’estremismo in Medio Oriente”.
google_ad_client = “ca-pub-1420052409712884”; google_ad_slot = “1767390444”; google_ad_width = 300; google_ad_height = 250;

  Lo ha detto il ministro degli Esteri di Teheran, Javad Zarif, in un video pubblicato online.

Zarif ha chiesto anche di “porre fine a coercizioni e pressioni” sui negoziati, in corso oramai da anni. Le parti al tavolo sono l’Iran e il gruppo cosiddetto “5+1” (Usa, Russia, Cina, Gran Bretagna e Francia più la Germania). La firma finale dovrebbe essere posta entro il prossimo 7 luglio.
Un primo accordo è stato raggiunto lo scorso aprile. Non sono ancora noti i termini dell’accordo di massima. Si sa che la capacità dell’Iran di arricchimento dell’uranio verrà ridotta di due terzi (le centrifughe passeranno da 19mila a circa 6mila); che un reattore nucleare sarà ristrutturato perché non produca plutonio arricchito; saranno promosse molte più ispezioni da parte dell’agenzia Onu per il nucleare.
Le sanzioni occidentali – secondo la versione europea – saranno tolte in funzione del rispetto degli impegni da parte di Teheran. Non è chiaro se ciò significa che l’Unione europea toglierà da subito alcune sanzioni. Ciò che è sicuro è che ogni accordo finale sarà verificato e varato dal Consiglio di sicurezza dell’Onu.

Related posts

Prodi: Putin determinante per il rapporto con la Siria

informazione-consapevole

Siria:scontri nella provincia di Aleppo tra forze governative e islamisti:8 morti

Fifa, si allarga scandalo, aumenta pressione su Blatter