Crea sito
ISIS James Clapper news Senza categoria Servizi segreti Siria Turchia

La Turchia tollera l’ISIS e non considera una sua priorità la lotta contro essa: parola del capo dell’intelligence statunitense James Clapper

Risultati immagini per turchia ISIS
La Turchia non considera una sua priorità la lotta contro lo Stato islamico (Isis) e questo permette ai jihadisti di muoversi liberamente verso la Siria. L’accusa è arrivata da James Clapper, il capo dell’intelligence Usa, che ha parlato di fronte alla commissione difesa del Senato degli Stati uniti.
“Io penso che la Turchia abbia altre priorità e altri interessi” ha detto lo zar dei servizi segreti americani. “I sondaggi della pubblica opinione in Turchia – ha continuato Clapper – non mostrano l’Isis come una minaccia primaria”.
L’effetto dell’approccio turco, secondo il funzionario americano, è quello di creare un contesto “permissivo” per il reclutamento dei “foreign fighter” che si recano in Siria per unirsi all’Isis. “Così qualcosa come il 60 per cento di questi combattenti stranieri trovano la loro strada verso la Siria attraverso la Turchia”.
Clapper ha anche ammesso che altri governi del Medio Oriente si sono mostrati in un primo momento riluttanti a unirsi alla coalizione anti-Isis, ma la “brutalità selvaggia” jihadista “ha avuto un effetto galvanizzante sull’opinione pubblica nella regione mediorientale” e ora c’è più volontà di unirsi agli Usa nello sforzo bellico e nella condivisione di informazioni d’intelligence.

Related posts

ISIS: in un presunto video un miliziano parlerebbe italiano

Forte Village, dove la Marcegaglia fattura 63 milioni e non paga gli straordinari

informazione-consapevole

Caffè verde: la nuova frontiera antiossidante e dimagrante

2 comments

mogol_gr Febbraio 28, 2015 at 2:50 pm

Più che consapevole mi sembra inesistente (l'informazione). Turchia? Quella di Clapper è una provocazione con tutte le monarchie arabe del golfo a sostenere l'ISIS insieme agli USA (fin dai tempi dei talebani con Bush senior). Evidente l'ISIS sia utile in chiave crisi economica.

Informazione Consapevole Febbraio 28, 2015 at 7:16 pm

Che l'ISIS sia utile in chiave economica per gli States, o meglio, per i poteri forti che ne dirigiono la politica estera, è cosa certa, ma anche che la Turchia lo sostenga, contando il fatto, che insieme ai regimi del Golfo, è stata la maggior sostenitrice e finanziatrice di tutte le frange dell'opposizione siriana, comprese quelle islamiste radicali, dentro le quali è iniziata l'avanzata dell'ISIS, e non casualmente ha preferito la stessa ISIS ai guerrigilieri curdi che la combattevano… http://www.corriere.it/inchieste/reportime/societa/i-curdi-denunciano-turchia-aiuta-isis/1fe8fc7c-4279-11e4-8cfb-eb1ef2f383c6.shtml

Comments are closed.