Crea sito
analisi ANPI antifascismo Est Europa Europa neonazismo Odessa opinioni Russia Senza categoria Ucraina UE

La strage di Odessa e la situazione ucraina

1399107468_1786633855

Di Salvatore Santoru

Il 2 maggio ad Odessa , nell’Ucraina dell’est , 38 persone sono morte a causa di un’incendio applicato nella ” Casa dei sindacati “, sembra da parte dei miliziani di Pravy Sector , un’organizzazione armata considerata di estrema destra.

Lo scrittore di origine moldava Nicolai Lilin nella sua pagina Facebook che ha anche scritto una riflessione a tal proposito .<

br />
Ne riporto un’estratto :

  L’orrore va mostrato, condiviso e sofferto, almeno in una millesima parte. L’orrore esiste. Lo stesso orrore che vivono in questi giorni i civili in Ucraina, catapultata in una serie di violenze inaudite che prendono sempre più piede e rischiano di diventare la ripetizione dello scenario balcanico. Stamattina non ho visto nessun giornale pubblicare in prima pagina questa foto e mi sono arrabbiato. Perché tutti noi dovremmo avere davanti agli occhi le conseguenze di una politica corrotta, il modo in cui si sta concretizzando il piano di conquista economico-politico dei territori post-sovietici. Le persone arse vive nella città di Odessa erano dei civili, non erano spie, militari o rappresentanti del governo russo. Erano persone impaurite nascoste all’interno dell’edificio, nel tentativo di sfuggire alla furia omicida dei provocatori squadristi. Sono stati bruciati vivi e nessun giornalista occidentale ha avuto coraggio di raccontare – o nessun giornale si è preso la responsabilità di pubblicare – la loro storia in modo coerente, perché ufficialmente siamo dalla parte degli insorti. Perché in fondo non abbiamo ancora capito se ci serve il gas russo o se accetteremo la proposta delle compagnie americane. Perché l’ennesimo bamboccio politico italiano ha fatto carino con il Cesare americano qualche settimana fa

Oltre alla strage di Odessa, c’è da dire che la situazione ucraina risulta veramente tesa e complicata e sempre più spesso si assiste a scontri e violenze da una parte e dall’altra e risulta ancora lontana una risoluzione pacifica tra il nuovo governo ucraino e i protagonisti delle rivolte di piazza Maidan e i separatisti filorussi. 

Related posts

I Fratelli Internazionali, la società segreta politica fondata da Michael Bakunin che ebbe un ruolo importante nella Prima Internazionale

Chi è Steve K. Bannon, l’uomo dietro le quinte che ha architettato la vittoria di Donald Trump. Il ritratto del New York Times

informazione-consapevole

MARCHIONNE CONTRO IL MERCATO: ‘NON POSSIAMO DEMANDARE AL FUNZIONAMENTO DEI MERCATI LA CREAZIONE DI UNA SOCIETA’ EQUA’