Crea sito
analisi argento Cina Economia finanza fine supremazia occidentale Occidente opinioni

La prossima fine della supremazia occidentale

Percentuali del PIL mondiale per macroaree economiche del mondo dai tempi di Giulius Caesar ad oggi… e domani. La supremazia occidentale sarà stata una caccolina di appena un pajo di secoli (vedi la “buca” visibile nel grafico iniziata in corrispondenza dei primi dell’800 e che si sta chiudendo ora e nei prossimi decenni).

Zero Hedge – 2050 Years Of Global GDP History 

La parte finale della chart, dove il blu scuro e il blu risalgono, è una previsione di come andranno le cose<

br />nei prossimi decenni, sino al 2050, quando il mondo si sarà riportato allo “status quo” millenario.
http://www.zerohedge.com/sites/default/files/images/user5/imageroot/2012/09/US%20GDP%202050.jpg
Occhio, fine della supremazia occidentale non vuol dire che saremo ridotti come in certi paesi africani… fine della supremazia, non dell’occidente! Vuol solo dire che se storicamente la Cina ha contato per un 20-25% del PIL mondiale, e solo negli ultimi due secoli ha contato invece per un misero 5%, si sta ora solo riprendendo la sua parte, ristabilendo le giuste proporzioni storiche che le hanno sempre competuto. Vedete dalla tabella che l’Europa (e il Nord America, terza fascia di blu dal basso) ha storicamente avuto circa un 15% del PIL mondiale. Poi, a partire dall’anno 1000, ha preso lentamente terreno a scapito soprattutto del sub continente indiano, per poi esplodere dopo le guerre napoleoniche (prime industrie, scienza e tecnica che si sviluppano, i, telai, i motori a vapore…)  per conquistare quasi il 60-65% del PIL mondiale nella deconda metà del XX secolo. Ora dovremo semplicemente “ritornare in posizione”. Beh, si, certo… significherà un mondo più equilibrato, in un certo senso, e significherà che non saremo più i privilegiati che siamo stati per 200 anni. Non il disastro magari ma sicuramente mediamente più “austeri” diciamo…

Certo, se considerate che ogni anno vengono prodotte attualmente circa 760 milioni di once d’argento (siamo verso il “peak silver”?) e che sul pianeta siamo ormai più di 7 miliardi di persone.. farebbe 1/10 d’oncia a persona all’anno. Accumulare qualche centinajo o magari qualche migliajo di once potrebbe essere una buona idea per affrontare più a cuor leggero questi decenni epocali che ci aspettano, soprattutto se pensate che diverse fonti danno l’Ag da miniera pressochè finito per il 2030 (almeno quello estraibile a prezzi accettabili, chiaro che ci sarà magari dell’Ag anche su Titano o sulla Luna o a 25 km di profondità) …

Fonte:http://argentofisico.blogspot.it/2012/09/la-prossima-fine-della-supremazia.html

Related posts

Una fuoriuscita non dall’euro, ma dal capitalismo

informazione-consapevole

Dietro alle guerre ci sono i banchieri

EQUITALIA ADDIO? NON CI MANCHERA’ PER NIENTE

informazione-consapevole