Crea sito
AL QUAEDA analisi antimperialismo Arabia Saudita Guerra in Iraq Imperialismo USA Iraq ISIS islamismo radicale Israele Medio Oriente neocons Saddam Hussein Siria

La guerra in Iraq è la causa dell’attuale caos in Medio Oriente

Di Eric Margolis
http://ericmargolis.com/
Il defunto Saddam Hussein aveva certamente ragione quando predisse che l’invasione statunitense dell’Iraq sarebbe diventata “la Madre di tutte le battaglie.” Undici anni dopo, continua.
Questa settimana ha visto il crollo di due divisioni dell’esercito iracheno governativo, ben 30.000 uomini che corrono come polli per fermare  l’avanzata inarrestabile dei combattenti di ISIS – lo Stato Islamico dell’Iraq e Shams (Siria). Lo stesso esercito fantoccio addestrato ed equipaggiato per un decennio dagli Stati Uniti ad un costo di 14 miliardi dollari. Un presagio del male di ciò che attende l’esercito e la polizia a guida Usa in Afghanistan.
Ricordate quando il presidente George W. Bush si vantava: “missione compiuta?” Non era il malvagio Saddam Hussein linciato dagli alleati degli Stati Uniti sciiti? Non era la temuta al-Qaida sconfitta e il suo leader, Osama bin Laden, assassinato? 
Appena  gli Stati Uniti sconfiggono uno sfidante al loro dominio sul Medio Oriente – che io chiamo il Raj americano – un altro si erge. Il più recente: ISIS, una forza jihadista feroce che ora controlla gran parte della Siria e dell’Iraq.
ISIS è una combinazione di gruppi jihadisti sunniti che combattono contro il governo di Damasco sciita di Bashar Assad (nemico statunitense sostenuto dall’ Iran sciita), e le unità risorgenti del vecchio esercito baathista di Saddam, guidato da Izzat Ibrahin al-Duri, l’ultimo superstite membro della cerchia ristretta di Saddam, e una manciata di al-Qaida in Iraq.
Essi stanno combattendo per rovesciare il regime sciita  insediato a Baghdad di Nuri al-Maliki,  alleato dell’Iran. Ci sono sospetti che ISIS può essere segretamente finanziato dalla sunnita Arabia Saudita, alleata degli Stati Uniti.
Aspetta un minuto. Il nemico del mio nemico è mio amico, come il vecchio proverbio .
 Gli Stati Uniti stanno cercando di rovesciare il governo laico della Siria e di minare il suo alleato, l’Iran. Gli Stati Uniti hanno utilizzato gruppi jihadisti brutali contro il regime di Assad a Damasco. Ma ora questi jihadisti in Siria sono in gran parte caduti sotto l’influenza di ISIS – che sta combattendo il regime appoggiato dagli USA a Baghdad. Confusione, non è vero?Nemico del mio nemico è diventato nemico del mio amico.
L’invasione dell’Iraq nel 2003, la guerra più stupida nella storia degli Stati Uniti, che è stato sostenuta dal Congresso e dei media, ha prodotto un pasticcio monumentale di complessità da capogiro. Le signore che consigliano il presidente Barack Obama per la sua politica in Medio Oriente sono irrimediabilmente confuse.
Washington, ora in grande panico per ISIS, si sta muovendo verso attacchi aerei contro l’Iran utilizzando aerei da guerra con sede in Kuwait. Gli Stati Uniti hanno anche due complete brigate meccanizzate in Kuwait. I repubblicani chiedono che le forze di terra statunitensi rientrino in Iraq per sostenere il regime di Maliki.
Intanto il piccolo protettorato curdo nel nord dell’Iraq minaccia di inviare i suoi combattenti peshmerga  per combattere ISIS. 
Ma questo lo sta facendo sia la Turchia, che si oppone a qualsiasi Stato curdo, e l’Iran, con il suo problema curdo, molto a disagio. L’Iraq faceva parte dell’Impero Ottomano. Le sue vaste riserve di petrolio sono un allettamento costante per la Turchia privata di energia.
Questo pasticcio terribile può essere direttamente riconducibile agli strateghi neocons a Washington raggruppati intorno vice presidente Dick Cheney. Nel 2002, il loro obiettivo primario, secondo Cheney, è stato quello di distruggere l’Iraq, lo Stato arabo più industrialmente avanzato e progressista, in modo da rimuovere uno dei principali nemici di Israele, e poi prendere il petrolio iracheno.
Seguendo la formula imperiale romana del ‘divide et impera’ , Washington ha giocato a lungo nel sostenere gli oppressi sciiti dell’Iraq contro la minoranza sunnita, accendendo il conflitto tra sunniti e sciiti più ampio nel mondo arabo, in particolare in Siria.
In realtà, Israele è emerso come l’unico vincitore strategico della guerra di Bush / Cheney contro l’Iraq. Quella guerra, finora, è costata agli Stati Uniti 4.500 soldati uccisi, 35.700 feriti, 45.000 malati e oltre  1 trilione di dollari. L’Iraq è in rovina, probabilmente in frantumi. Nessun alto funzionario statunitense o britannico ha affrontato un processo per questa disastrosa guerra inventata.
Nuri Maliki ha completamente escluso i sunniti dal potere in Iraq, e utilizza la brutale polizia segreta e la tortura per reprimerli. Non c’è da meravigliarsi che affronta una grande rivolta. L’economia basata sul petrolio iracheno rimane in rovina. Molti iracheni credono che la loro nazione ora miserabile era molto meglio sotto Saddam Hussein.
È interessante notare che gli sforzi di ISIS per forgiare uno stato islamico in Siria dalla fusione con l’Iraq è una delle prime grandi sfide all’ accordo Sykes-Picot del 1916 in base al quale gli imperi britannico e francese si erano segretamente accordati per dividere i domini mediorientali  del moribondo impero ottomano . I confini del Medio Oriente artificiali di oggi sono stati disegnati dagli imperialisti anglo-francesi per imporre il loro dominio sulla regione. Iraq e Siria sono gli esempi più eclatanti.
ISIS appare impostato sulla cancellazione dei confini britannici, francesi e vuole ri-creare la provincia ottomana unificata (in turco:Wilayah ) della Siria,del Libano e dell’ Iraq. In Occidente, i commentatori neocons  chiamano ISIS terroristi. In Medio Oriente, molti li vedono come combattenti anti-coloniali che lottano per riunire il mondo arabo frantumato dalle potenze occidentali, che si stanno preparando a colpire di nuovo.
Traduzione di Salvatore Santoru
Titolo originale articolo : Iraq Blows Wide Open

Related posts

Iraq: secondo agenzia iraniana sarebbe stato arrestato un colonnello israeliano insieme a miliziani ISIS, ma potrebbe trattarsi di una bufala

informazione-consapevole

La tv spagnola confonde il simbolo dell’Alleanza Ribelle di Star Wars con quello di Al Qaeda

informazione-consapevole

Siria:l’ISIS recluta bambini soldato