Crea sito
dissidenti politici Kuwait monarchie del Golfo Musallam al-Barrak news Senza categoria

Kuwait:due anni di carcere per il dissidente Musallam al-Barrak, per aver criticato la legge elettorale



Di Salvatore Santoru

In Kuwait il dissidente ed ex parlamentare Musallam al-Barrak (foto) è stato condannato a due anni di carcere con l’accusa di “aver insultato il re”.

Il dissidente, capo del partito “Movimento di Azione Popolare“, si era dimesso dal Parlamento dopo le elezioni di dicembre 2012 e luglio 2013 svoltesi dopo l’approvazione della nuova legge elettorale voluta dalla monarchia al-Sabah.

Risultati immagini per popular action bloc kuwait

In un discorso pronunciato durante una protesta di migliaia di cittadini contro tale legge elettorale, al-Barrak aveva affermato: “In nome della nazione, in nome del popolo, noi non la lasceremo, Vostra Altezza, praticare un governo autocratico”.

Quest’ultima è la frase incriminata, che è costata la condanna dello stesso al-Barrak .

Inoltre, manifestazioni contro la condanna di al-Barrak, sono state represse con granate assordanti e lacrimogeni dalle forze dell’emiro, provocando diversi feriti.

Related posts

Attivismo e bellezza contro la mafia. Ricordando Peppino Impastato

FRANCIA, SECONDO UN RECENTE SONDAGGIO HOLLANDE E’ SENZA SPERANZA DI TORNARE ALL’ELISEO

informazione-consapevole

Martellago:protesta di una famiglia di profughi per avere stanza privata per sé, spostati in un altro centro di accoglienza