Crea sito
Italia Russia sanzioni economiche UE

Italia chiede rinvio di decisione su sanzioni Ue contro la Russia



http://www.askanews.it/esteri/italia-chiede-rinvio-di-decisione-su-sanzioni-ue-contro-la-russia_711683531.htm

L’Italia ha chiesto alla Ue di rinviare la decisione sul rinnovo delle sanzioni economiche contro la Russia per il suo ruolo nel conflitto ucraino. Lo riferiscono fonti diplomatiche europee dopo la riunione degli ambasciatori del Ventotto che avrebbe dovuto rinnovare in automatico per altri sei mesi le misure punitive imposte nel 2014 nei confronti di Mosca per il suo coinvolgimenmto a fianco dei separatisti ucraini nel conflitto. Ma nel corso della riunione l’Italia ha chiesto di rinviare la decisione alla prossima settimana, sottoponendola al vertice europeo del 17 e 18 dicembre a Bruxelles. “Tutto è sospeso… Si pone la questione di sapere se la decisione vada presa, alcuni vogliono che lo sia alla prossima riunione dei capi di Stato e di governo. E’ l’Italia che preme” ha detto una fonte diplomatica.
Le sanzioni europee, che colpiscono ampi settori dell’economia russa (banche, petrolio e industra della difesa) sono in vigore da luglio 2014, dopo l’abbattimento di un jet della Air Malaysia sui cieli dell’Est ucraina, secondo le accuse degli Occidentali ad opera dei ribelli filorussi. Le misure scadono a gennaio. La Ue ha anche stilato una lista nera di personalità russe e resposnabili del separatisti che non possono entrare nell’unione, in cui beni sono stati congelati, e decretato sanzioni specifiche contro la Crimea, annessa da Mosca a marzo 2014. In risposta la Russia ha proibito l’importazione di numerosi prodotti alimentari eeuropei.
Ma la questione delle sanzioni divide l’Europa e Paesi come Italia e Germania esprimono da tempo riserve. Di fatto, nonostante le tensioni sull’Ucraina, Parigi e Washington cercano di ottenere da Mosca, che sostiene militarmente il presidente Bashar al-Assad, un impegno a favore di una sistemazione politica del conflitto siriano, considerato all’origine della crisi dei migranti e degli attentati jihadisti di Parigi.

Related posts

Questa è la mente operativa dietro all’Alcoa. La stessa azienda che l’11 settembre 1973 diede il via al golpe in Cile.

informazione-consapevole

Le aziende americane si preparano all’uscita della Grecia dall’euro

informazione-consapevole

USA 2016, LA CLINTON ACCUSA PUTIN PER LO SCANDALO EMAIL : ‘COMPLOTTO DELLA RUSSIA PER FAVORIRE TRUMP’