Crea sito
Cisgiordania conflitto israelo/palestinese Gerusalemme Israele news Senza categoria

Israele chiude la città vecchia di Gerusalemme ai palestinesi dopo gli attacchi. Si valuta nuovo muro in Cisgiordania


Israele corre ai ripari dopo la morte di due ebrei ultraortodossi e il ferimento di altri tre nella Città Vecchia di Gerusalemme ad opera di un terrorista palestinese della jihad islamica: restrizioni all’ingresso alla Città Vecchia di Gerusalemme e la valutazione sulla costruzione di un nuovo muro in Cisgiordania.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 I commercianti e le scuole palestinesi della città vecchia a Gerusalemme hanno proclamato uno sciopero per protesta.
Le aggressioni proseguono anche oggi, con un ragazzo israeliano di 15 anni accoltellato e ferito nelle prime ore della mattinata da un altro palestinese, ucciso poi dalla polizia. Un video mette tuttavia in discussione la versione della polizia. Secondo i familiari di Fadi Samir Alun, 19 anni, da quelle immagini sembrerebbe che il loro congiunto sia stato assalito da estremisti ebrei e che sia stato colpito ingiustificatamente dalla polizia mentre correva per cercare riparo. Nello stesso incidente il ragazzo ebreo è stato ferito a sua volta da una pugnalata. Le immagini sono relativamente buie e confuse. Da esse risulta comunque che in direzione del giovane palestinese sono stati esplosi almeno otto colpi di arma da fuoco, mentre attorno a lui si trovavano diversi passanti ebrei ed un automezzo della polizia israeliana. Nel frattempo è anche emerso che nella propria pagina Facebook (‘Fadi Fadi Aloon’) il giovane palestinese aveva anticipato già la scorsa notte la ferma intenzione di immolarsi per la causa dell’Islam.
Per i prossimi 2 giorni l’ingresso alla Città Vecchia di Gerusalemme sarà permesso solo ai cittadini israeliani, ai residenti della zona e ai turisti. Si tratta di restrizioni senza precedenti a Gerusalemme negli ultimi anni. Secondo la portavoce della polizia israeliana Luba Samri, nei prossimi due giorni avranno accesso alla Città Vecchia i cittadini di Israele; i residenti della Città Vecchia (palestinesi ed israeliani); i gestori degli esercizi commerciali; e gli allievi di istituti scolastici attivi entro le mura. Come è noto l’area è divisa in quattro rioni: l’ebraico, il cristiano, l’armeno e il musulmano.
L’accesso alla Spianata delle Moschee sarà consentito solo da una delle porte della Città Vecchia, quella dei Leoni. Nella Spianata saranno ammessi fedeli musulmani solo se di età superiore ai 50 anni e le donne. In questo modo la polizia israeliana cerca di ‘diluire’ la presenza palestinese entro le mura della Città Vecchia nei prossimi due giorni: un lasso di tempo entro il quale si concluderà la ricorrenza ebraica della Festa dei tabernacoli, che di norma richiama decine di migliaia di fedeli la cui protezione è divenuta in questi giorni molto complessa.
Il ministro israeliano dei Trasporti e dei Servizi di intelligence Israel Katz, ha inoltre avvertito che il governo è pronto, se necessario, ad un’altra operazione su larga scala come quella del 2002 per frenare la violenza nella regione. “Inaspriremo le misure contro i palestinesi” e “potremmo costruire un nuovo muro di difesa” con la Cisgiordania, ha detto in una intervista alla radio dell’esercito.

Related posts

Elon Musk, le auto elettriche e quelle inquinanti prima della Tesla Motors

informazione-consapevole

Galles:campagna islamista contro la democrazia:”Nessuno ha il diritto di legiferare, eccetto Allah”

Il Nepal ha un nuovo primo ministro: è Sharma Oli, leader comunista

informazione-consapevole