Crea sito
ambientalismo ambiente Denuncia politica Emanuela Corda inquinamento news nucleare politica Sardegna scorie nucleari Senza categoria SOGIN

In Sardegna allarme scorie nucleari

Di Salvatore Santoru

La deputata del Movimento 5 Stelle Emanuela Corda, insieme ad altri parlamentari sardi, ha recentemente presentato un’interrogazione al governo per far luce sullo smaltimento di scorie nucleari legittimato, a suo dire, dall’emanazione di una legge regionale che dichiara denuclearizzati alcuni siti (cave sotterranee) grazie ad un’interpretazione giuridica che classifica le scorie tossiche al pari di merce semi-lavorata o materia prima industriale per consentirne l’ingresso nel territorio.

Come riportato da Cagliaripad ha affermato : “rifiuti nucleari considerati come merce, risorsa. Ci credereste mai? Eppure è così. A cosa si è giunti pur di legittimare lo stoccaggio di oltre novantamila metri cubi di materiale radioattivo in Sardegna. La situazione sfiora il paradossale e rischia di trasformare il sottosuolo della regione in un deposito di scorie nucleari”.

Inoltre ha dichiarato che l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra) ha individuato la SOGIN come società deputata allo smaltimento dei rifiuti radioattivi, e di come tutto ciò vada in palese contrasto anche con la Convenzione di Aarhus, la quale garantisce il diritto alla trasparenza e all’informazione dei cittadini in materie concernenti l’ambiente.

Tangenti, la Sogin sospende in via cautelativa quattro dirigenti

Ha concluso la denuncia auspicando che venga ascoltata prima di tutto la voce dei sardi ,”stufi di assistere all’ennesimo stupro del proprio territorio”, visto che “sinora il popolo sardo è stato trattato come organo passivo. È ora di dire basta. Specie quando ci sono in gioco la salute dei cittadini ed il futuro della regione”.

Related posts

Mali: l’uccisione di Gheddafi ne ha fatto l’inferno per la Francia

informazione-consapevole

LA STORIA DI VALENTINA TERESHKOVA, LA PRIMA DONNA ANDATA NELLO SPAZIO

Un “grido di dolore e sofferenza”

informazione-consapevole