Crea sito
Guerra in Libia Imperialismo Libia MI5 Mi6 Neocolonialismo ribelli libici Servizi segreti

Il ruolo dell’Mi6 e delle forze speciali europee e arabe

Offensiva ribelle a Tripoli pianificata dai servizi di Londra e sostenuta da commando britannici, francesi, giordane e qatariote
L’assalto finale dei ribelli libici contro Tripoli, scattato domenica notte, è stato pianificato dagli agenti dei servizi segreti britannici basati a Bengasi e condotto con il supporto di forze speciali britanniche, francesi, giordane e qatariote.
Secondo il quotidiano londinese Telegraph, l’offensiva dei ribelli è stata condotta secondo le direttive degli esperti militari dell’Mi6 da mesi stanziati nella roccaforte delle forze anti-governative.
Il piano di attacco degli 007 di Sua Maestà è scattato sabato pomeriggio, con i bombardamenti aerei condotti dai Tornado dalla Royal Air Force sulle strutture governative di telecomunicazione alla perifieria sud-occidentale di Tripoli.
Secondo il bene informato sito Debkafile (vicino all’intelligente israeliana), all’offensiva ribelle di Tripoli, in particolare all’assalto al bunker del colonnello nel quartiere di Bab al-Azaziya, hanno preso parte attiva- per la prima volta dall’inizio della guerra libica – commando delle forze speciali britanniche (Special Air Servicefrancesi (Groupe des Commando Parachutiste), giordane e qatariote.

Da Peace Reporter

Related posts

Libia, l’altra storia:Intervista al professor Cardini, tra appoggio occidentale alla rivoluzione e un futuro tutto da decifrare

Libia:Berlusconi subì pressioni da Napolitano per far entrare l’Italia in guerra contro la sua volontà nel 2011

La Turchia tollera l’ISIS e non considera una sua priorità la lotta contro essa: parola del capo dell’intelligence statunitense James Clapper

informazione-consapevole