Crea sito
diritti animali erbicidi Monsanto Multinazionali pesticidi Roundup Video

Il lato oscuro della Monsanto ( 2 parte )

Il lato oscuro della Monsanto parte 2 : Roundup e Ormone della crescita bovina

Di Salvatore Santoru
http://informazioneconsapevole.blogspot.it/

 RoundUp è il nome commerciale di un’erbicida  ricavato dal Glifosato , presente sul mercato dal 1944 , e che la Monsanto ha sempre propagandato come biodegradabile  , tanto che in Francia e negli Stati Uniti è stata condannata per pubblicità ingannevole e ha dovuto far rimuovere la dicitura dalla sue confezioni e dalla pubblicità .

Studi scientifici  hanno dimostrato la tossicità del Roundup , il quale può provocare cancro , disfunzione epatica , sterilità e difetti di nascita .

Stando a un rapporto pubblicato da scienziati e ricercatori internazionali , intitolato ” Roundup e difetti di nascita : il pubblico deve essere tenuto all’oscuro ”  , l’industria e l’autorità di regolamentazione dell’Unione Europea sapevano già dal 1980 dei difetti neonatali provocati negli animali da laboratorio dal glifosato , ma avevano scelto di non trapelare nulla al pubblico .

Inoltre la stessa Commissione Europea approvò l’uso dello stesso erbicida nel 2002 .

Secondo uno studio  pubblicato recentemente dall’ università dello Sri Lanka , il glifosato usato dalla Monsanto  è responsabile anche di una grave patologia renale , CKDu ( Chronic Kidney Disease of Unknown Etiology ) , che sta colpendo gli agricoltori e i contadini del posto , e che ha causato già 20000 morti .

Una ricerca condotta da un team di biologi statunitensi dell’università di Pittsburgh , ha rilevato che l’erbicida provoca serie mutazioni negli anfibi .

Secondo una ricerca pubblicata dal ” Journal of Interdisciplinay Toxicology ” , l’uso del Roundup è correlato  anche all’aumento della celiachia e della sindrome dell’ intestino irritabile .

Oltre a fare danni sugli esseri umani , la Monsanto non è da meno neanche con gli animali .
Difatti , essa è tra i principali clienti dell’ Huntington Life Sciences , uno tra i più grandi centri di sperimentazione animale mondiali .

Sino al 2002 , la Monsanto è stata legata a Pharmacia , una multinazionale farmaceutica e biotecnologica di origine svedese , ora fusa con la Pfizer .

Alcuni anni fa la Pharmacia  è stata fortemente contestata  per l’utilizzazione di centinaia di cani , gatti , conigli , scimmie , maiali e cincillà nei suoi test  , oltre alle migliaia di topi e ratti usati solitamente .

Particolarmente nota è la vicenda legata al cosiddetto ” ormone della crescita bovina ” ( rBGH ) , noto in termini più tecnici con il nome di somatotropina bovina .

La Monsanto lo sviluppò usando la tecnologia del DNA ricombinante , e fu la prima azienda a farlo entrare in commercio con il nome ” Posilac ” .

Questo ormone geneticamente modificato è stato creato per stimolare la produzione di latte per le mucche , ma gli effetti sulla salute del bestiame si sono rivelati devastanti .

Secondo alcuni studi statunitensi , le mucche a cui viene dato l’ormone  sono soggette a un aumento notevole di patologie , tra cui problemi di gestazione e mastiti  .

Inoltre  vi sono anche delle conseguenze sui consumatori di latte rBGH e si è evidenziato un collegamento tra esso e il cancro della mammella , del colon e della prostata .

Nel 1997 due giornalisti della Fox News , Steve Wilson e Jane Akre ,  furono licenziati   per essersi rifiutati di insabbiare un servizio investigativo sull’ormone della crescita bovina .

Attualmente la somatropina bovina è vietata in Canada , nell’Unione Europea e in altri paesi , mentre rimane legale negli USA , dove nel 1993 la Food and Drug Administration  l’ha addirittura considerata come ufficialmente ” sicura ” .


Nota : Qua la 1 parte dell’articolo 

Related posts

La “questione Rom” oltre ideologie e pregiudizi

informazione-consapevole

ECCO IL NUOVO TRAILER DI ‘NURAGHES’, IL FANTASY AMBIENTATO NELLA SARDEGNA NURAGICA

L’avanzata dell’ISIS e l’inizio della Terza Guerra Mondiale

informazione-consapevole