Crea sito
AL QUAEDA Facebook Fronte Al Nusra islamismo news Osama Al Mohsen Osama al-Ghadab profughi siriani Senza categoria

Osama Al Mohsen, il profugo siriano sgambettato dalla giornalista ungherese accusato da alcune pagine Facebook di essere un simpatizzante di Al Qaeda. Probabilmente si tratta di bufala, intanto proviamo a fare chiarezza

http://www.nbcnews.com




Di Salvatore Santoru


Osama Al Mohsen è  l’uomo di origine siriana che è stato vergognosamente sgambettato dalla giornalista ungherese Petra Laszlo(1) mentre fuggiva dalla polizia con un figlio di 7 anni in braccio.Secondo quanto riportato in una recentissima intervista fatta al Daily Mail(2) sintetizzata da un articolo del “Post”(3), Osama Al Mohsen, conosciuto anche come Osama al-Ghadab, è un cittadino siriano di 52 anni che è partito dalla Turchia, dove è rimasta la moglie con due dei suoi 4 figli, dove risiedeva in un campo profughi dopo essere fuggito dalla città siriana di Deir ez-Zor a causa delle violenze dell’ISIS.





(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});


Sempre secondo l’intervista, in Siria Osama svolgeva la funzione di fisioterapista e sovrintendente degli insegnanti di ginnastica e dopo gli attacchi dell’ISIS a Deir ez-Zor, ha vissuto in altre città siriane prima di partire per la Turchia.

La sua vicenda però, secondo la pagina Facebook “This is Christian Syria”(4) e altre pagine e siti che hanno ripreso le loro ricerche, presenterebbe dei presunti dettagli “strani” e da approfondire.
Difatti, gli admin della stessa pagina Facebook sostengono di aver fatto una ricerca su Osama, scoprendo quello che hanno dichiarato essere il suo account personale, che a meno non si tratti di un fake o di un photoshop(cosa probabile), sembra più o meno coincidere con la descrizione fatta nei media dell’uomo (residenza a Deir ez-Zor ecc).

https://www.facebook.com/ThisIsChristianSyria/photos/pcb.416319998564486/416316628564823/,

Tale account(5), che risulta non più raggiungibile da ieri in quanto chiuso, presentava oltre alle foto dell’uomo, le bandiere dei ribelli dell’Esercito Siriano Libero e come immagine di copertina quella che dagli admin della pagina Facebook è stata identificata con la bandiera del Fronte Al Nusra, il gruppo islamista radicale filiale siriana di Al Qaeda.

https://www.facebook.com/ThisIsChristianSyria/photos/pcb.416395961890223/416394815223671/


Per precisare, però c’è anche da dire che l’immagine utilizzato da Osama manca della scritta di Al Nusra, e potrebbe essere la bandiera nera (“black standard”) utilizzata come simbolo dei gruppi jiadhisti(dai talebani ad Al Qaeda), che però, stando a un articolo di “Lookout News” essa,chiamata “Ar-Raya al-Islamiyya”, sarebbe  anche un simbolo generale dell’Islam e già bandiera ufficiale del primo Califfato, e avente come significato l’unità della stessa religione islamica, e le cui scritte stanno a significare “non vi è altro Dio all’infuori di Allah e Muhammad è il Suo Messaggero”.

Al Nusra,considerata un’organizzazione terroristica dagli USA ma non dall’UE(7), è effettivamente attiva da tempo nell’area di Deir ez-Zor(8) e nel contesto della guerra civile siriana si trova da lungo tempo in un feroce conflitto con l’ISIS per questioni legate alla leadership del fondamentalismo islamico siriano, e per diverso tempo ha anche collaborato con l’Esercito Siriano Libero per poi allontanarsi da esso.

Al Nusra, http://www.weaselzippers.us

Comunque sia, c’è da dire che di per sé,nel caso fosse vera, la presunta simpatia che Osama avrebbe avuto per Al Nusra ovviamente non toglie nulla all’atto di tremenda violenza di cui è stato vittima insieme al figlio, e d’altro canto bisogna tener presente che ciò che conta più di tutto è la persona e le sue azioni, e non meramente ciò in cui crede, sia anche ideologie estremiste come quelle di estrema destra o sinistra, piuttosto che di fondamentalismo religioso e così via.
Detto questo, sarebbe auspicabile approfondire meglio questi aspetti e sperare che, sempre se siano state vere, le ipotetiche simpatie di Osama per Al Nusra siano solamente di tipo idealistico e non corrispondano a scelte di vita totalizzanti.

NOTE:
(1)http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2015/09/reporter-tv-ungherese-licenziata-dopo.html
(2)http://www.dailymail.co.uk/news/article-3232634/How-forgive-Syrian-refugee-hits-Hungarian-camerawoman-tripped-carried-terrified-son-safety-West.html
(3)http://www.ilpost.it/2015/09/14/sgambetto-rifugiato-siriano-ungheria/
(4)https://www.facebook.com/ThisIsChristianSyria/
(5)https://www.facebook.com/profile.php?id=100005458094105&pnref=story&hc_location=ufi(Account non raggiungibile)
(6)https://en.wikipedia.org/wiki/Black_Standard#Jihadist_black_flag,http://www.lookoutnews.it/bandiera-nera-islam/
(7)https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_designated_terrorist_groups(vedere alla voce “Al Nusra”)
(8)http://www.al-monitor.com/pulse/security/2014/03/war-isis-nusra-deir-ez-zor-tribes-kassab.html

…..



Aggiornamento:

La notizia che Al Mohsen sarebbe stato coinvolto con Al Nusra è stata diffusa anche dal partito curdo “Pyd” e da altre agenzie curde (http://www.lettera43.it/cronaca/il-profugo-sgambettato-per-i-curdi-combatteva-con-al-nusra_43675216333.htm), ma non ci sono prove, e per quanto riguarda la pagina Facebook, secondo il giornalista Karl Sharro su Twitter la pagina Facebook sarebbe stata photoscioppata(http://www.butac.it/il-profugo-a-cui-han-fatto-lo-sgambetto/), e l’originale sarebbe questa. https://www.facebook.com/profile.php?id=100005458094105.

https://twitter.com/KarlreMarks/status/645250366301409280?ref_src=twsrc%5Etfw

Syrian tripped by the Hungarian camerawoman is being accused of being an al-Qaeda fighter based on this one post! https://www.facebook.com/FronteEuropeoPerLaSiria/posts/726011800836833  
The page is quite dodgy, and they have photoshopped his FB page to make it look Iike Nusra flag. Original: https://www.facebook.com/profile.php?id=100005458094105&fref=ts 


Related posts

Come smetterla con il vittimismo

Perché Renzi fa bene a insistere con l’ottimismo

informazione-consapevole

LE POSITIVITA’ DELLA GLOBALIZZAZIONE E I DANNI DEL MONDIALISMO E/O ‘GLOBALISMO’

informazione-consapevole

1 comment

Anonimo Settembre 16, 2015 at 10:30 pm

Se ho ben compreso questo tizio, che combatte contro il proprio popolo ed ora ha fatto fagotto, in quanto la guerra sembra prendere per loro una brutta piega, sia da giustificare?Curioso… lui combatte contro i suoi concittadini, piazzando bombe e poi perché gli danno un calcio, deve essere intoccabile…Ma dai…. forse sarebbe stato più giusto identificarlo, ma questo è vietato, e poi una volta identificato spedirlo in Siria.

Comments are closed.