Crea sito
Goldsmiths University inghilterra islamismo radicale Maryam Namazie news Senza categoria UK Video

Alla “Goldsmith University” la conferenza dell’attivista iraniana Maryam Namazie distrubata da islamisti, ma incredibilmente l’associazione “femminista” e “LGBT” dell’università si sono schierate a favore di questi ultimi

image

Di Salvatore Santoru

Negli ultimi giorni (in Italia ne ha parlato solo l’UAAR) in Inghilterra una conferenza dell’attivista iraniana Maryam Namazie all’università
“Goldsmith” ha fatto discutere.

http://www.uaar.it/news/2015/12/09/paradossale-diritto-reprimere-diritti-altrui/

La Namazie è un’attivista di sinistra, dei diritti delle donne, dei diritti umani e sostenitrice di quelli LGBT nonché un’attivista laica e “secolarista” ex-islamica ed è nota per le sue campagne contro l’islamismo e  il fondamentalismo religioso in generale.

https://en.wikipedia.org/wiki/Maryam_Namazie

Per questo motivo la sua conferenza, organizzata dall’associazione atea e umanistica universitaria, è stata fortemente criticata dai vertici dell’associazione studentesca islamista, che ha definito la Namazi una “nota islamofoba”, anche se sulla presunta islamofobia della stessa ci sarebbero parecchi dubbi, che ultimamente ha anche decisamente criticato Donald Trump per le sue uscite anti-islamiche.

https://twitter.com/maryamnamazie/status/671831850017562624

Comunque, la conferenza,inizialmente in procinto di essere vietata, è stata caratterizzata dalle provocazioni di alcuni militanti islamisti e la stessa Namazie sembra che sia stata minacciata di morte.

http://www.independent.co.uk/student/news/muslim-students-from-goldsmiths-university-s-islamic-society-heckle-and-aggressively-interrupt-a6760306.html
http://www.dailymail.co.uk/news/article-3342645/University-Islamic-Society-students-make-death-threats-disrupt-lecture-human-rights-activist.html

Nel video della conferenza pubblicato su Youtube(visibile sotto), inizialmente fatto cancellare, si vedono le provocazioni da parte di alcuni militanti islamisti radicali, mentre c’è anche da segnalare che a fine del discorso alcune studentesse islamiche si sono scusate con la Namazie e hanno avviato un dialogo.

Comunque sia, la cosa veramente sorprendente è che sia l’associazione femminista che quella LGBTQ+ dell’università hanno difeso e sostenuto le azioni dei militanti islamisti e accusato l’associazione atea e umanista dell’università nonché la stessa Namazie (sostenitrice del femminismo e pro-LGBTQ+) di “islamofobia” arrivando a censurare sui social network diversi commenti critici, ovviamente la maggioranza di questi fatta da persone che condividono le idee delle stesse organizzazioni e che si sono trovati “spiazzati” davanti alla decisione di esse.

http://goldfemsoc.tumblr.com/post/134396957048/goldsmiths-feminist-society-stands-in-solidarity



https://www.facebook.com/lgbtqgold/posts/635682619906781

http://www.gspellchecker.com/2015/12/now-goldsmiths-lgbt-society-stands-with-islamist-bullies/

La cosa interessante è che i vertici della stessa associazione islamista sono noti, oltre che per l’organizzazione di convegni con personalità legate all’estremismo (tra cui anche alcuni vicini all’ISIS e ad Al Qaeda), per prese di posizione decisamente omofobe e misogine.

http://www.independent.co.uk/student/news/goldsmiths-university-islamic-society-president-muhammed-patel-quits-after-tweeting-homophobic-a6767891.html

(FOTO: tweet dell’ex presidente dell’associazione della “Goldsmith Islamic Society”)



A questo punto, verrebbe da chiedersi che cosa avrebbero a che farci dei gruppi autoproclamati “progressisti” con gli islamisti radicali, ma forse tutto ciò può essere spiegato con la radicalizzazione di una certa sinistra “progressista” (o sedicente tale), che strumentalizzando e distorcendo l’ideologia del politicamente corretto nonché fondendola con un rigoroso radicalismo terzomondista, sostiene qualunque ideologia o politica in funzione antioccidentale, in quanto la civiltà occidentale secondo tale ideologia è la causa di tutti i mali passati e presenti.

Related posts

Estonia:arrestato il giornalista Giulietto Chiesa

informazione-consapevole

Non solo Renzo Bossi: anche il deputato Marco di Stefano si è comprato la laurea

informazione-consapevole

USA 2016,Hillary dice di avere perso per colpa del capo dell’Fbi

informazione-consapevole