Crea sito
psicologia salute Stress

I 7 sintomi dello stress da non sottovalutare

Di Rachele Nenzi
Quando siamo stressati, il nostro corpo reagisce in maniera differente. Ognuno ha i suoi sintomi, che deve imparare a riconoscere.
Ma ci sono delle reazioni comuni a molte persone. Ecco i 7 segnali da non sottovalutare mai.
1) Dolore alla mascella: Succede quando siamo in carenza di vitamina B e B5. Il dolore deriva dal fatto che si comincia a stringere i denti, anche senza accorgersene. Queste vitamine sono considerate degli anti-stress, che aiutano a produrre gli ormoni che ci mantengono tranquilli.
2) Tagli a lato della bocca: Se cominciate ad avere tagli intorno alla bocca vuol dire che deficitate di vitamina B6, fondamentale per dare energia e controllare la produzione di serotonina e dopamina, ormoni che controllano umore e sonno.
3) Macchie bianche sulle unghie: Molti pensano che siano causate dalla mancanza di calcio, ma non è così. A produrle è la carenza di zinco, causata dallo stress.
4) Brufoli: Quando nascono anche su braccia e cosce, significa che c’è carenza di vitamina E, un antiossidante che difende le aree grasse del corpo. Inolre, la vitamina E aiuta anche la circolazione, cura le cicatrici e sostiene la produzione degli spermatozoi.
5) Alternanza stitichezza e diarrea: È generata dall’assenza di magnesio. E aggravato in caso di stress.
6) Sanguinamento gengive: Un lungo periodo di stress potrebbero cominciare a sanguinare le gengive. Il tutto è legato all’assenza di vitamina C.
7) Mal di gola e tosse frequente: Questo campanello d’allarme indica che siamo stressati. Mancando la vitamina A, che cura le infezioni delle mucose intestinali e dell’apparato respiratorio, possiamo essere facilmente attaccati da raffreddori e mal di gola.

Related posts

La vergogna

informazione-consapevole

Avere la testa fra le nuvole non è un problema di per sé, l’importante è accettarsi

informazione-consapevole

Usa, donna nata vedente ma a disagio con l’essere tale, si fa accecare dallo psicologo con gocce di detersivo e ora è diventata non vedente si sente “perfettamente realizzata”