Crea sito
Brexit Gran Bretagna news Senza categoria UE

Gran Bretagna: accolto il ricorso degli attivisti pro Ue, sulla Brexit deve votare il Parlamento

Risultati immagini per BREXIT


L’Alta corte di Londra ha accolto il ricorso di un gruppo di attivisti pro Ue che chiedono un voto del Parlamento di Westminster per avviare l’iter della Brexit. Il giudice ha dato così torto al governo di Theresa May che rivendica il pieno diritto d’invocare l’articolo 50 del Trattato di Lisbona.  
Il governo: “Decisi a far rispettare il risultato del referendum”  
Come riferisce la Bbc il governo britannico ha dato immediatamente il via libera per presentare un appello alla Corte suprema contro il verdetto dell’Alta corte. Nella prima risposta ufficiale il governo guidato da Theresa May si dice «contrariato» e «deciso a far rispettare il risultato del referendum».  
“Il Parlamento è sovrano”  
«Il principio fondamentale della costituzione del Regno Unito è che il Parlamento è sovrano», ha detto il giudice dell’Alta corte, Lord Thomas of Cwmgiedd, nel leggere il verdetto. Come sottolineano i media britannici, non solo si tratta di una forte umiliazione per il governo di Theresa May ma questo di sicuro avrà ripercussioni sui tempi della Brexit, rallentandola. Secondo il Guardian, non è comunque la fine di questo storico caso legale, che vedrà la sua conclusione molto probabilmente di fronte alla Corte suprema, che già si starebbe preparando per dibatterlo. 
La sterlina recupera su euro e dollaro  
Immediato l’effetto sulla sterlina. Il pound infatti si rafforza sia contro l’euro che cede lo 0,73% a 0,8955, sia contro il dollaro a contro cui la sterlina guadagna lo 0,63% a 1,23802. 

Related posts

Iran: l’attivista Atena Farghadani stinge la mano al suo avvocato in carcere, e viene punita con il test di verginità

informazione-consapevole

La storia di Nizar Trabelsi, da calciatore dalla Bundesliga a miliziano di Al Qaeda in Afghanistan

informazione-consapevole

Alcune considerazioni sull’11 settembre 2001

informazione-consapevole