Crea sito
anticonsumismo antiglobalismo Antiglobalizzazione Consumismo cultura globalismo Globalizzazione omologazione Senza categoria totalitarismo consumista

Globalizzazione e omologazione planetaria nel nome del consumo

Di Diego Fusaro

La globalizzazione consiste non certo in un pacifico universalismo che diffonde la cultura e le tradizioni diverse, ma in una perversa logica di reductio ad unum, con cui la pluralità linguistica e culturale dei popoli viene annientata in nome dell’unico profilo globalizzato del consumatore anglofono e in preda al “cretinismo economico” (Gramsci). Ciò è la negazione perfetta della cultura, dato che quest’ultima esiste solo là dove vi siano almeno due culture che dialogano e si relazionano.


Related posts

La “Round Table”, l’organizzazione creata dal magnate Cecil Rhodes all’inizio del 900 che promuoveva l’imperialismo inglese nell’Africa del Sud

TORINO, Chiamparino dopo la sconfitta del PD: “Siamo visti come una macchina di potere”. Le opinioni di Damiano, Esposito, Berta e Bellono

L’ultimo investimento di Briatore: vacanze extra lusso in Puglia