Crea sito
alimentazione cibo Coldiretti dieta meditteranea Istat Italia news Senza categoria

Gli italiani sono i più magri d’Europa grazie alla dieta meditteranea, 10% è obeso in confronto al 25 inglese

I maniaci del fitness possono stare tranquilli: gli italiani sono i più magri d’Europa. Lo dice la Coldiretti che, in occasione dell’Obesity day, sulla base dei dati Istat ha calcolato come gli obesi sopra i 15 anni nel nostro Paese ammontino solo al 10% della popolazione contro il 25% degli inglesi e meglio anche del 12% registrato dagli svedesi che nell’immaginario collettivo rappresentano l’emblema della forma perfetta, alti e longilinei.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 Subito dietro gli scandinavi, si collocano austriaci, danesi e francesi. Viceversa, in fondo alla classifica, continua Coldiretti, troviamo i britannici con una persona su quattro che soffre di problemi di obesità, peggio di Lussemburgo (23%), Ungheria (20%) e della Grecia dell’austherity (20%). Un primato, quello italiano, che Coldiretti ascrive agli effetti a lungo termine della dieta mediterrenea con pane, pasta, frutta, verdura, extravergine e il tradizionale bicchiere di vino consumati a tavola in pasti regolari che hanno consentito agli italiani anche di conquistare un altro record, quello della longevità con una vita media di 79,4 anni per gli uomini e di 84,5 per le donne, tra le piu’ elevate al mondo. Ma tra le giovani generazioni il primato di una forma fisica ottimale sembra a rischio. Si stanno diffondendo, infatti, denuncia ancora Coldiretti, “segnali poco incoraggianti” legati agli stili alimentari sbagliatii che portano il il 30,7% degli under 15 italiani ad un eccesso di peso.

Related posts

Germania: non solo sovietici, anche le truppe angloamericane si macchiarono di stupri verso migliaia di donne tedesche

AGRICOLTURA SARDA, LA DENUNCIA DEL CONSIGLIERE REGIONALE PAOLO TRUZZU: ‘RISCHIO CHE GRANO PER PRODOTTI SARDI ARRIVI DAL CANADA’

LA DENUNCIA DI RUSSIA TODAY: ‘CONGELATI I NOSTRI CONTI BANCARI IN GRAN BRETAGNA’

informazione-consapevole