Crea sito
immigrazione immigrazione clandestina migranti opinioni profughi Senza categoria

Ecco una soluzione, un pò provocatoria ma anche no, per accogliere tutti i profughi e i migranti, risolvendo il problema dell’immigrazione

http://atlasweb.it

Di Salvatore Santoru

Si parla tanto della questione migratoria in questi giorni e del fatto che sino ad ora non c’è una soluzione per questi esseri umani che fuggono dalla guerra, dalla schiavitù e dalla miseria.
Ora come ora, risulta che i centri per accogliere i profughi e i migranti non ci sono quasi più, e diversi politici hanno proposto per ovviare a ciò di farli ospitare anche nelle case dei privati cittadini, generando una reazione emotiva non proprio positiva.
Intanto, sta aumentando il sentimento di sfiducia nella popolazione, stanno emergendo impulsi xenofobi e si sta fomentando una “guerra tra poveri”, una situazione che è di svantaggio per tutti, migranti e italiani siano.

Ma, c’è da dire che in realtà una soluzione a tutto ciò sembrerebbe esistere, e forse sarebbe l’unica sostenibile, responsabile e giusta se venisse applicata.

Tale soluzione prevederebbe, che essendo questa situazione una vera e propria emergenza umanitaria, bisognerebbe far emergere la solidarietà e il rispetto della vita prima di tutto e sopratutto dei meri interessi egoistici come quelli economici o politici, e questa soluzione se adoperata, farebbe il bene di tutti, respingendo ogni forma di razzismo, classismo e discriminazione.

Ora, contando il fatto che il popolo ha già dato, direttamente o meno, per aiutare questi bisognosi in cerca di una vita e un futuro migliore, sarebbe il momento di mettersi in gioco anche per quelle persone e categorie che sino ad ora sono state a guardare e magari a parlare di ideali umanitari, ma pensando ai loro affari.

Essendo le strutture adibite all’accoglienza sempre di meno e l’ospitare i rifugiati nelle case dei provati cittadini comuni economicamente insostenibile, bisognerebbe fare in modo che profughi e migranti bisognosi possano essere accolti con benevolenza e umana solidarietà in delle strutture sino ad ora esentate dall’impegno solidaristico.

Provocatoriamente, si potrebbe iniziare con quelle di proprietà del Vaticano e dell’ONU per passare a quelle del Parlamento Italiano, di associazioni solidaristiche e umanitarie, di certi sindacati,partiti e circoli e di alcuni centri sociali occupati e se nell’eventuale caso non ci fossero più posti disponibili, alcuni rappresentanti o membri di queste associazioni potrebbero mostrare all’Italia e al mondo la loro solidarietà e umanità, ospitando i bisognosi anche nelle loro case private o in quelle delle famiglie.

Questa soluzione sarebbe veramente di sinistra, antirazzista,anticlassista,solidaristica e umanitaria, in quanto facendo così piano piano gli impulsi xenofobi delle persone spariranno e le diseguaglianze sociali ed economiche teoricamente verrebbero annullate, in quanto anche chi dalla vita ha avuto di più condividerebbe con gli altri un pò di sua fortuna e le distanze tra potenti e gente comune, così come tra la grande borghesia e il popolo, si farebbero più brevi.

Tale soluzione è indubbiamente abbastanza demagogica, ma certamente non meno di quelle attuali, e visto che siamo in una democrazia, si dovrebbe contribuire alla gestione e soluzione dei problemi, a incominciare, per essere moderni e progressisti, da chi ha di più e parla giustamente di doveri della solidarietà, o no ?

Related posts

SASSARI: ORDINANZA CONTRO L’ACCATTONAGGIO MOLESTO

ECCO COME COMUNICA L’ISIS PER NON FARSI SCOPRIRE

informazione-consapevole

Debiti, furti e investitori stranieri: l’altra verità su Charlie Hebdo

informazione-consapevole