Crea sito
animali diritti animali Guerra Guerra in Libia guerre ingiustizie Libia Tripoli zoo

Dimenticati dalla guerra: gli animali dello zoo di Tripoli senza acqua e cibo

Di 
I residenti dei giardini zoologici sono spesso i primi ad essere trascurati quando le città sono colpite da disastri naturali o causati dall’uomo.
Martedì il corrispondente della CNN, Nic Robertson, ha scoperto una terribile situazione allo zoo di Tripoli che lotta per resistere nonostante il conflitto infuriante intorno ad esso.
Robertson ha trovato i cancelli chiusi, l’hanno avvisato che lo zoo è in fase di ristrutturazione e non ci fossero animali lì.
Ma il ruggito di un grande felino gli ha dimostrato il contrario, e Robertson ha seguito il ruggito dell’animale per trovare poi i recinti che tenevano chiusi una tigre, leoni, tartarughe giganti, ippopotami, iene, orsi, scimmie, cervi, emù ed altri.
Tutti gli animali apparivano denutriti e, mentre aspettavano che qualcuno gli desse da mangiare, c’era poco o niente da trovare.
La tigre, ridotta uno scheletro, avendo sentito i visitatori, cominciò ad aggirarsi nel suo recinto. “Basta guardarlo camminare per notare quanto è magro, le cosce sono pelle e ossa.” – dice Robertson dell’animale.
“Non c’è nessuno qui a dirci con quale frequenza sono nutriti gli animali e quale quantità di cibo ricevono.” – dice Robertson camminando sulla terra desolata – “Non sappiamo neppure se ci sia qui un veterinario a prendersi cura di loro.”
Durante la visita della CNN è arrivato un lavoratore dello zoo e ha spiegato che erano sette giorni che gli animali non hanno ottenutonè cibo nè acqua. A quel punto dieci persone del personale, che ne conta duecento, sono tornate e hanno provato a nutrire tutti gli animali.
I grandi felini hanno ottenuto solo la metà di ciò di cui hanno bisogno. E gli animali deperiscono per un bene di prima necessità che gli manca.
“L’acqua è il bisogno più urgente di questi animali.” – dice Robertson – “E sembra che senza un aiuto ed a queste temperature soffocanti qui gli animali continueranno a soffrire”.
Questo non è solo l’orrore della guerra, anche altre cause avrebbero potuto portare all’abbandono degli animali nello zoo. Il vero orrore è lo zoo, un carcere per animali innocenti, per il perverso piacere umano di sopraffare, soggiogare e poter avere qualsiasi cosa o essere vivente a disposizione per i suoi stupidi capricci. Quegli animali in libertà avrebbero potuto procurarsi del cibo da soli, così come è nella loro natura. E’ assurdo che degli animali selvatici debbano dipendere dagli uomini, da degli uomini che non sanno convivere pacificamente, non sanno rispettare i diritti dell’uomo, che investono grandi cifre in armi piuttosto che nel miglioramento delle condizioni di vita dei propri simili.

Fonte: shabablibya.org

Da Exit

Related posts

Il ministro russo Sergei Lavrov su al-Bagdhadi: “Non so se sia in Libia ma sappiamo che l’Isis è a Sirte”

informazione-consapevole

L’ISIS è formato perlopiù da mercenari, alcuni dei quali pagati anche 10mila euro al mese

informazione-consapevole

L’incendio è fuori controllo

informazione-consapevole

2 comments

I am Settembre 3, 2011 at 8:54 pm

La guerra è la cosa più orribile che ci sia. La crudeltà contro altri esseri…

I am Settembre 3, 2011 at 8:54 pm

La guerra è la cosa più orribile che ci sia. La crudeltà contro altri esseri…

Comments are closed.