Crea sito
misteri news Senza categoria Templari

Dieta dei Templari, svelato dopo secoli il segreto della longevità

Per alcuni secoli si è cercato si comprendere quale fosse il segreto della lunga vita dei 314 Templari che sono vissuti nel 1321. Alcuni ricercatori romani sono finalmente riusciti nell’intento di scoprire come riuscissero questi famosi cavalieri a vivere oltre 70 anni quando la vita media in quel periodo non superava i 40 anni.Il loro segreto era tutto racchiuso in un regime alimentare ferreo. I cavalieri difficilmente si facevano tentare dal cibo grasso di quell’epoca ma preferivano cibarsi di alimenti molto genuini contenuti nella dieta mediterranea.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Una ricerca condotta in Italia da un team guidato dal professor Francesco Fanceschi, direttore del reparto di medicina d’urgenza del plesso ospedaliero “Gemelli” di Roma, ha studio l’alimentazione dei famosi templari.La storia narra che i 314 cavalieri Templari che sono vissuti intorno al 1321 avevano una vita media molto più lunga rispetto alle persone che avevano la loro stessa età. Il segreto della longevità dei 314 cavalieri Templari è stato svelato dallo studio condotto dal professore Francesco Franceschi.
I Templari in media sono vissuti 40 anni più a lungo rispetto ai loro concittadini. I 314 cavalieri Templari hanno vissuto quasi tutti inorno ai 70  anni e avevano una grande attenzione per la dieta alimentare. Francesco Franceschi ha svelato che i 314 cavalieri non mangiavano molta carne ma si cibavano molto di pesce, legumi e frutta di stagione.
Francesco Franceschi ha anche detto che il regime alimentare dei Templari è “Una dieta che ha portato 314 Cavalieri Templari, uno dei più noti ordini religiosi cavallereschi cristiani, in molti casi a superare i 70 anni al processo che li vide protagonisti nel 1321. La spiegazione potrebbe risiedere nell’effetto positivo esercitato sulla flora intestinale da questa alimentazione, più sana rispetto a ciò che si mangiava nel Medioevo”.
Lo studio condotto sui Templari è stato denominato “La dieta di Cavalieri Templari: il loro segreto di longevità?”, i risultati della preziosa ricerca del team di studiosi romani è stato reso pubblico sulla nota rivista “Digestive and Liver Disease”.
Francesco Franceschi ha dichiarato sullo studio che: “La dieta dei Templari, se vogliamo antesignana della dieta Mediterranea, combatteva tutte queste malattie. poca carne (2 volte a settimana), molti legumi (tre piatti a settimana) che invece oggi si consumano poco ma sono invece potenti probiotici”.
I cavalieri Templari erano dei monaci che avevano deciso di combattere e vivevano fino ai 70 anni, mentre, in media nel 1300 la gente riusciva a vivere fino a, minimo 25 anni e massimo 40 anni.
In quell’epoca erano diffusi, come nel nostro periodo, il diabete e il colesterolo. La persona obesa era un individuo che dimostrava, con la sua stazza fisica, la sua ricchezza.
Invece i 314 templari amavano la cucina mediterranea ricca di pesce che contiene l’Omega 3, di frutta e verdura, tutti alimenti che contengono tantissime vitamine e proteine.

Related posts

Malesia, seminario cristianofobo all’università di Kuala Lumpur: “Attenti, vogliono convertirvi”

Il mistero di Wewelsburg: la fortezza dell’occulto di Heinrich Himmler

IL KARMA E IL DHARMA

1 comment

Simona Puddu Marzo 22, 2016 at 11:23 am

Ho trovato il sorriso è grazie al questo Sig. Muscolino GIOVANNI che ho ricevuto un prestito di 70.000€ nel mio conto il mercoledì a 11:32 min e due dei miei colleghi hanno anche ricevuto prestiti di questo signore senza alcuna difficoltà. Li consiglio più voi non fuorviate persone se volete effettivamente fare una domanda di prestito di denaro per il vostro progetto e qualsiasi altro. Pubblico questo messaggio perché signore Muscolino GIOVANNI mi ha fatto bene con questo prestito. È tramite un amico che ho incontrato quest'uomo onesto e generoso che mi ha permesso di ottenere questo prestito. Allora vi consiglio di contattarlo e li soddisfarà per tutti i servizi che gli chiederete. Ecco il suo indirizzo elettronico: [email protected]

Comments are closed.