Banche Bank of America derivati Economia finanza NCUA USA

Derivati, una federazione di casse di risparmio attacca le grandi banche

Di Andrea Barolini

Bank of America pagherà 165 milioni di dollari a una federazione di casse di risparmio statunitensi (NCUA). Si tratta di un accordo che il colosso bancario ha deciso di accettare per porre fine ad un contenzioso legato a dei titoli collegati a prestiti ipotecari ad alto rischio, venduti prima dell’esplosione della crisi immobiliare e finanziaria.
Tali strumenti derivati erano finiti nel mirino della NCUA, dopo che il terremoto scatenato dall’esplosione della bolla-subprime aveva provocato ingenti perdite. Per questi le casse avevano deciso di citare in giudizio la banca, in quanto soggetto responsabile dell’emissione dei titoli. Sulla stessa base la federazione ha già concluso accordi simili con Citigroup, Deutsche Bank e HSBC, per un totale di 170,75 milioni di dollari. E altri dieci procedimenti sono tuttora in corso con Barclays Capital, Credit Suisse, Goldman Sachs, JPMorgan Securities, RBS Securities, UBS Securities, Wachovia, Washington Mutual e Bear Stearns.
BofA, tuttavia, non ha ammesso di essersi macchiata di alcun comportamento illecito.

Fonte:http://valori.it/finanza/derivati-federazione-casse-risparmio-attacca-grandi-banche-6287.html

Related posts

Usa: la Corte Suprema approva le nozze gay: ora sono un diritto costituzionale

I colossi del web sfidano Trump sul divieto d’immigrazione

informazione-consapevole

Una chitarra per tutti: il progetto giramondo di Dave Adams

informazione-consapevole