Crea sito
3 guerra mondiale analisi Guerra in Iraq Imperialismo USA Iraq ISIL islamismo radicale neocons Nuovo Ordine Mondiale Senza categoria Siria

Cosa sta succedendo in Iraq ?

Di Salvatore Santoru

In questi giorni l’Iraq è preda di un’offensiva da parte del gruppo islamista radicale ISIL, il cui obiettivo è la costruzione di un califfato che comprenda Siria,Iraq e Libano.




Secondo il portavoce dell’Alto commissario delle Nazioni Unite, Rupert Colville, ci sarebbero centinaia di morti e un migliaio di feriti .
Si hanno inoltre notizie di scontri tra i guerriglieri curdi peshmerga e gli stessi islamisti .

I Peshmerga curdi fermano l'ISIS a Mosul

Per ora Obama ha dichiarato che non saranno inviate truppe, e si prospetta un’insolita alleanza tra l’Iran e gli USA al fine di combattere l’ISIL.
Intanto, come scritto da Simon Maloy su Salon, il Wall Street Journal e l’area neocons si schierano a favore di una nuova guerra.



Come ha ricordato Ron Paul,l’attuale situazione irachena è in buona parte una conseguenza della politica imperialista portata avanti dagli USA,sia con Bush che con Obama, e dimostra il fallimento dell’interventismo militare.

Come scritto dal giornalista Eric Margolis : ” l’invasione dell’Iraq nel 2003, la guerra più stupida nella storia degli Stati Uniti, che è stato sostenuta dal Congresso e dai media, ha prodotto un pasticcio monumentale di complessità da capogiro “.



Difatti la situazione vede gli States schierati contro gli islamisti radicali in Iraq, ma questi stessi sono quelli che ricevono l’appoggio statunitense in Siria e sono in entrambi i casi sostenuti dall’Arabia Saudita e fortemente anti-iraniani, mentre lo stesso governo iracheno attuale è filo-iraniano.

Essenzialmente si può ben dire che l’Iraq grazie ai ” liberatori ” angloamericani è passato dalla padella alla brace : dal regime di Saddam Hussein a terra di conquista da parte dell’islamismo più radicale.

La stessa cosa è successa in Libia, e sta avvenendo in Siria.

Difatti il nemico principale dell’imperialismo USA in quell’area sono gli stati nazionalisti,antimperialisti e laici ( o islamici moderati ), visto che non sono vantaggiosi a fini economici e geopolitici, al contrario delle teocrazie assolutiste come l’Arabia Saudita o il Bahrein.

L’islamismo radicale è un’alleato in questo caso, e ciò non è una novità essendo la stessa Al Qaida nata grazie alla CIA negli anni 80.

Come avevo scritto in un articolo del 2011 riguardo gli eventi della primavera araba : ” probabilmente l’accordo tra le due parti si basa sul rovesciamento degli Stati laici nel Nord Africa e nel Medio Oriente,sia quelli dei dittatori burattini di Zio Sam,come Ben Alì e Mubarak,sia quelli considerati “antiamericanisti” come la Libia o la Siria e l’instaurazione di governi islamisti,e in cambio tutta una serie di vantaggi per l’Occidente:sia le cadute di governi ostili alle politiche di Washington ,dell’UE e di Israele,e sia la conquista di risorse e il controllo di territori ritenuti strategici “.



Visto che la situazione a molti potrebbe sembrare paradossale, bisogna tenere presente che, come ho scritto in un recente articolo : ” il fondamentalismo islamico moderno non è altro che il braccio armato dell’imperialismo ” occidentale “, e a sua volta l’imperialismo ” occidentale ” non è altro che il braccio armato del progetto mondialista che mira alla costruzione di un mondo senza identità nè cultura, ma basato solamente sulla dittatura di un’unico mercato ( e stato ) globale e delle sue ” leggi ” non scritte “.


Quello che succederà ora molto probabilmente sarà un riavvicinamento momentaneo tra Iran e USA per combattere il fondamentalismo in Iraq ( almeno ufficialmente ) e in seguito torneranno i ” tamburi di guerra ” contro lo stesso Iran da parte degli USA, anche se l’obiettivo principale per ora rimane la Siria.




Si può ben dire che tutto questo caos faccia parte di un piano politico e militare già prestabilito, quello relativo al famigerato progetto dei neocons del PNAC, che avevano pianificato delle guerre contro quei paesi che davano fastidio all’egemonia statunitense ( tra cui la Libia e la Siria ) e più in generale dell’agenda del ” Nuovo Ordine Mondiale “, di cui l’imperialismo statunitense è stato uno dei più forti strumenti.



Avanzando un’ipotesi ancora più ” complottista ” si potrebbe dire che questa situazione può avere molto a che vedere con  l’inizio di una nuova guerra mondiale, come descritto a quanto pare in un carteggio tra Albert Pike e Giuseppe Mazzini :

 La Terza Guerra Mondiale dovrà essere fomentata approfittando delle divergenze suscitate dagli agenti degli Illuminati fra sionismo politico e dirigenti del mondo islamico. La guerra dovrà essere orientata in modo che Islam (mondo arabo e quello musulmano) e sionismo politico (incluso lo Stato d’Israele) si distruggano a vicenda, mentre nello stesso tempo le nazioni rimanenti, una volta di più divise e contrapposte fra loro, saranno in tal frangente forzate a combattersi fra loro fino al completo esaurimento fisico, mentale, spirituale ed economico .

Staremo a vedere.

Related posts

La liberazione di Vanessa Marzullo e Greta Ramelli e alcuni punti non chiari della vicenda

informazione-consapevole

ATTACCO MOSCHEA QUEBEC CITY, AGGIORNAMENTO: L’INDIZIATO E’ ALEXANDRE BISSONNETTE

informazione-consapevole

Orrore in India: stuprata bambina di tre anni

1 comment

Anonimo giugno 14, 2014 at 8:55 pm

Che bella combriccola di fuori di testa. Però il progetto è stato perfettamente seguito ed eseguito! Abbiamo praticamente in mano la Palla di Vetro senza spendere un €uro!!! Altro che Amaro Lucano!!! [*]Prendiamo provvedimenti, altro che stare a vedere…Da Te ispirata, ho ricercato notizie su InFernet [*] ed ECKUE QUA'Il documento è curiosamente profetico e precorritore della sinistra triade "crisi-guerra-rivoluzione", che ha tormentato il XX° secolo. Ecco in che forma lo presenta Carr:"La prima Guerra Mondiale doveva essere combattuta per consentire agli "Illuminati" di abbattere il potere degli zar in Russia e trasformare questo paese nella fortezza del comunismo ateo. Le divergenze suscitate dagli agenti degli "Illuminati" fra Impero britannico e tedesco furono usate per fomentare questa guerra. Dopo che la guerra ebbe fine si doveva edificare il comunismo e utilizzarlo per distruggere altri governi e indebolire le religioni.La Seconda Guerra Mondiale doveva essere fomentata approfittando della differenza fra fascisti e sionisti politici. La guerra doveva essere combattuta in modo da distruggere il nazismo ed aumentare il potere del sionismo politico, onde consentire lo stabilimento in Palestina dello stato sovrano d'Israele. Durante la Seconda Guerra Mondiale si doveva costituire un'Intrnazionale comunista altrettanto forte dell'intera Cristianità. A questo punto quest'ultima doveva essere contenuta e tenuta sotto controllo sin quando richiesto per il cataclisma sociale finale. Può una persona informata negare che Roosevelt e Churchill hanno realizzato questa politica?La Terza Guerra Mondiale dovrà essere fomentata approfittando delle divergenze suscitate dagli agenti degli Illuminati fra sionismo politico e dirigenti del mondo islamico. La guerra dovrà essere orientata in modo che Islam (mondo arabo e quello musulmano) e sionismo politico (incluso lo Stato d'Israele) si distruggano a vicenda, mentre nello stesso tempo le nazioni rimanenti, una volta di più divise e contrapposte fra loro, saranno in tal frangente forzate a combattersi fra loro fino al completo esaurimento fisico, mentale, spirituale ed economico.Il 15 agosto 1871 Pike disse a Mazzini che alla fine della Terza Guerra Mondiale coloro che aspirano al Governo Mondiale provocheranno il più grande cataclisma sociale mai visto. Si citano qui le parole scritte dallo stesso Pike nella lettera che si dice catalogata presso la biblioteca del British Museum di Londra:"Noi scateneremo i nichilisti e gli atei e provocheremo un cataclisma sociale formidabile che mostrerà chiaramente, in tutto il suo orrore, alle nazioni, l'effetto dell'ateismo assoluto, origine della barbarie e della sovversione sanguinaria. Allora ovunque i cittadini, obbligati a difendersi contro una minoranza mondiale di rivoluzionari, questi distruttori della civiltà, e la moltitudine disingannata dal cristianesimo, i cui adoratori saranno da quel momento privi di orientamento alla ricerca di un ideale, senza più sapere ove dirigere l'adorazione, riceveranno la vera luce attraverso la manifestazione universale della pura dottrina di Lucifero rivelata finalmente alla vista del pubblico, manifestazione alla quale seguirà la distruzione della Cristianità e dell'ateismo conquistati e schiacciati allo stesso tempo!" monia de moniax

Comments are closed.