Crea sito
Banche Banche centrali Economia Federal Reserve finanza sistema monetario Tassi di Interesse USA

Come la Federal Reserve Manipola i Tassi di Interesse e l’Offerta di Moneta

Di Robert Wenzel1<

br />
Il mio post sulla crisi dell’eurozona e sul targeting di Ben Bernanke del tasso sui Fed Funds è risultata in un certo numero di commentatori che chiedevano le specifiche su come tutto ciò venisse fatto. Di seguito vi è una breve spiegazione, per una spiegazione più dettagliata vi consiglio il libro di Murray Rothbard, The Mystery of Banking.
La Federal Reserve manipola i tassi di interesse, in generale, comprando e vendendo buoni del Tesoro. Quando acquista buoni del Tesoro, aggiungono riserve al sistema bancario. Si tratta di emettere un credito alla banca (primary dealer) da cui compra i buoni del Tesoro. Se la banca non mette il credito in riserve in eccesso, il denaro diventa parte della riserva obbligatoria con cui la banca presta denaro, il che aumenta l’offerta di moneta. (L’aumento dell’offerta di moneta è in realtà un multiplo delle riserve obbligatorie aggiunte – vedi Rothbard)
Quando la Federal Reserve vende buoni del Tesoro, la banca (primary dealer) a cui vende i buoni del Tesoro la paga con le riserve, il che drena riserve dal sistema e diminuisce la quantità di denaro nel sistema.
In genere, quando la FED prende di mira i tassi di interesse, lo sta facendo per impedire che i tassi di interesse aumentino. Questo è ciò che è avvenuto durante il periodo di G. William Miller di cui ho parlato nel mio post precedente.
Durante il periodo di Miller, la FED dovette comprare enormi quantità di buoni del Tesoro per mantenere i tassi verso il basso. Ciò determinò un enorme aumento delle riserve, che portarono ad un’esplosione dell’offerta di moneta, che portò ad un’impennata dei prezzi. Il tutto portò a tassi di interesse più elevati. Era come se si stesse stringendo per la coda una tigre. Quando Volcker sostituì Miller alla FED, smise di prendere di mira i tassi di interesse e disse che invece avrebbe semplicemente rallentare la crescita dell’offerta di moneta (per combattere l’inflazione nei prezzi) e non si sarebbe interessato dei tassi di interesse. (Gli interessi salirono poi a livelli da doppia cifra, alcuni raggiunsero il 20+%, ma Volcker riuscì ad uccidere l’inflazione nei prezzi)
Al momento, su una base a breve termine, Bernanke sembra che stia mantenendo il target sul tasso dei Fed funds allo 0.15%. Poiché c’è una enormità di capitali vaganti che stanno scorrendo negli Stati Uniti dalla zona euro, la FED deve drenare le riserve per mantenere il tasso dei Fed funds allo 0.15%. In caso contrario, il tasso probabilmente potrebbe calare al di sotto. MA, una volta che i capitali vaganti smettono di arrivare (e forse si invertono) la pressione sui tassi sarà al rialzo. Se la FED mantiene il suo target allo 0.15% per i Fed funds, questo significa che sarà necessario acquistare buoni del Tesoro per impedire al tasso dei Fed funds di salire più in alto. Così, la FED invertirà il drenaggio delle riserve ed inizierà ad aggiungere riserve. E l’aggiunta di riserve probabilmente significherà un’offerta di moneta in salita.
Morale della storia: Un’economia da montagne russe vi verrà fornita da Ben Bernanke dapprima col suo drenaggio di riserve e poi con la loro espansione; questa è la strada che stiamo percorrendo.

Traduzione di Johnny Contanti

Fonte: lewrockwell.com/wenzel/wenzel183.html

Da il Portico Dipinto

Related posts

Guerre e rivolte nei paesi arabi. Chi ci guadagna e chi ci rimette.

Milioni di americani schedati,anche se non sono sospetti

informazione-consapevole

2013: L’ANNO DELLA SEPARAZIONE TRA EBREI AMERICANI E ISRAELE ?