LA POCO CONOSCIUTA LETTERA(SENZA RISPOSTA) CHE L’OCCULTISTA ALEISTER CROWLEY SCRISSE A LEV TROTSKY

Di Salvatore Santoru Un’aspetto molto poco conosciuto della vita dello scrittore e occultista inglese Aleister Crowley e del rivoluzionario e militare sovietico Lev Trotsky è indubbiamente la lettera che il primo mandò al secondo, anche se da parte di Trotsky non vi fu alcuna risposta(1). (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); A quanto pare, Crowley avrebbe avuto intenzione di far “iniziare” il rivoluzionario sovietico alla religione crowleyana di “Thelema” ma non vi era interesse alcuno da parte di Trotsky. John Symonds Aleister Crowley la Bestia 666 Edizioni Mediterranee € 39.5 Lo trovi su Macrolibrarsi.it La notizia della lettera è riportata,come sostenuto da “Hobo Calling”(1) dallo storico marxista Mike Davis(2) nonché dallo scrittore Colin Wilson(3) in “Aleister Crowley-La Natura Della Bestia”(4), come riportato dal CCSG(5) e da altri, tra cui lo studioso esperto di esoterismo Tobias Churton(6) nella biografia dedicata allo stesso Crowley(7), come si può leggere in un’estratto del libro disponibile […]

La CIA rilascia 13 milioni di documenti classificati che includono esperimenti psichici e documenti sugli UFO

Di Tyler Durden http://www.zerohedge.com/ La Central Intelligence Agency ha pubblicato quasi 13 milioni di pagine di documenti declassificati online, i documenti che in precedenza erano fisicamente accessibili solo da quattro terminali del National Archives del College Park nel Maryland. I documenti includono informazioni sui crimini di guerra nazisti, la crisi missilistica cubana, avvistamenti UFO, telepatia umana (“Progetto Stargate”) e molto altro. Il rilascio è stato rimandato per un lungo periodo: Bill Clinton prima ha ordinato che tutti i documenti di almeno 25 anni con “valore storico” fossero declassificati nel 1995. I documenti furono resi disponibili solo presso US National Archives di Washington DC. Nel 2014, una organizzazione giornalistica no-profit chiamata MuckRock ha presentato un Freedom of Information Act (FOIA) con la richiesta che la CIA inviasse tutti i propri documenti online, ma l’agenzia ha detto che ci sarebbero voluti fino a sei anni per la scansione di tutto il materiale. Secondo quanto riportato da engadget. Allo stesso tempo, […]

I MISTERI DELLA ROMANIA, DALLE PIRAMIDI DI SONA AI MONTI BUCEGI

Di Sabrina Stoppa http://nexusedizioni.it/ Piramidi in Romania Nel villaggio di Sona, che si trova a circa 5 Km dalla città di Fagaras, si trovano dei grandi tumuli piramidali.Le “piramidi di Sona”, così le chiamerò, sono otto, si trovano su un terreno pianeggiante fuori dalla città e sono alte fino ad un massimo di 30 m.  (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Le origini di queste piramidi si perdono nel tempo, non ci sono dati certi in merito e per gli studiosi classici si tratta di tombe funerarie. Ma non tutti sono d’accordo con questa affermazione e c’è chi sostiene, come anche per le tre più famose piramidi di Giza (e per altre sparse in tutto in mondo), che non siano delle semplici opere funerarie.Nei dintorni delle piramidi di Sona sono stati trovati alcuni monili che gli archeologi sostengono essere presumibilmente celtici, ma nulla di più si sa sulla datazione di queste […]

I MISTERI DELLA ROMANIA, DALLE PIRAMIDI DI SONA AI MONTI BUCEGI

Di Sabrina Stoppa http://nexusedizioni.it/ Piramidi in Romania Nel villaggio di Sona, che si trova a circa 5 Km dalla città di Fagaras, si trovano dei grandi tumuli piramidali.Le “piramidi di Sona”, così le chiamerò, sono otto, si trovano su un terreno pianeggiante fuori dalla città e sono alte fino ad un massimo di 30 m.  (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Le origini di queste piramidi si perdono nel tempo, non ci sono dati certi in merito e per gli studiosi classici si tratta di tombe funerarie. Ma non tutti sono d’accordo con questa affermazione e c’è chi sostiene, come anche per le tre più famose piramidi di Giza (e per altre sparse in tutto in mondo), che non siano delle semplici opere funerarie.Nei dintorni delle piramidi di Sona sono stati trovati alcuni monili che gli archeologi sostengono essere presumibilmente celtici, ma nulla di più si sa sulla datazione di queste […]

IL MISTERO DELLE PIRAMIDI DI CIVIDALE DEL FRIULI

Foto da http://andreanicola.blogspot.it Di Sabrina Stoppa http://nexusedizioni.it/it/ Nei pressi di Cividale del Friuli, una cittadina che si trova a circa 17 km da Udine si troverebbero tre presunte piramidi.Chiamate anche “Piramidi di Rualis” in quanto sorgono a ridosso dell’omonimo centro abitato, agli occhi dei visitatori appaiono come molte altre piramidi sparse per il mondo, ovvero come tre colline ricoperte di vegetazione.Agli occhi dei più esperti però, nasconderebbero molto di più. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Sono state scoperte nel 2007 dal ricercatore Valter Maestra (radioestesista e collaboratore con SB Research Group presso le Piramidi di Visoko in Bosnia), sono alte tra i 40 e i 50 m e presentano come quelle Maya dei terrazzamenti e una piattaforma sulla cima.Dai rilevamenti effettuati dallo stesso Maestra, queste tre piramidi, quelle di Giza in Egitto, di Montevecchia in Italia, e altre sparse nel mondo, sono allineate rispettando in terra il disegno delle tre stelle […]

IL MISTERO DELLE PIRAMIDI DI CIVIDALE DEL FRIULI

Foto da http://andreanicola.blogspot.it Di Sabrina Stoppa http://nexusedizioni.it/it/ Nei pressi di Cividale del Friuli, una cittadina che si trova a circa 17 km da Udine si troverebbero tre presunte piramidi.Chiamate anche “Piramidi di Rualis” in quanto sorgono a ridosso dell’omonimo centro abitato, agli occhi dei visitatori appaiono come molte altre piramidi sparse per il mondo, ovvero come tre colline ricoperte di vegetazione.Agli occhi dei più esperti però, nasconderebbero molto di più. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Sono state scoperte nel 2007 dal ricercatore Valter Maestra (radioestesista e collaboratore con SB Research Group presso le Piramidi di Visoko in Bosnia), sono alte tra i 40 e i 50 m e presentano come quelle Maya dei terrazzamenti e una piattaforma sulla cima.Dai rilevamenti effettuati dallo stesso Maestra, queste tre piramidi, quelle di Giza in Egitto, di Montevecchia in Italia, e altre sparse nel mondo, sono allineate rispettando in terra il disegno delle tre stelle […]

Il misterioso popolo dei Khevsureti

Di Federico Mosso Nell’avventura storica che si sta per narrare, le fonti e le testimonianze certe si contano sulla punta delle dita, poco si sa, molto rimane avvolto dal mistero, dando all’indagine un sapore decisamente pionieristico. Come già fatto in passato per La Legione redenta: italiani al confine del mondo e Roman von Ungern – Sternberg: l’uomo che volle farsi Khan, usiamo la piacevole libertà di raccontare i fatti storici tramite elementi di fiction; che dunque la fantasia sia nostra destriera divertita, tenuta però ben al comando di briglie strette su luoghi, date, situazioni, per essere più possibile verosimile nell’illustrare le incredibili vicende dello strano popolo della regione dei Khevsureti, vissuto per davvero, e che un giorno fa la sua curiosa entrata teatrale nella città georgiana di Tbilisi. È una splendida giornata di sole primaverile quel mercoledì del 28 aprile 1915, nel capoluogo della Gubernija di Tbilisi, governatorato imperiale della casa di Russia, situato nella parte occidentale dell’attuale Georgia. […]

Tutti gli aldilà del mondo

Di Matteo Trevisani http://www.rivistastudio.com/ Dallo sviluppo del pensiero magico in poi, quando la coscienza dell’essere umano ancora galleggiava a fatica nel mare dell’istinto, i popoli hanno sempre cercato di immaginarsi e di codificare una vita dopo la morte: una narrazione che riuscisse a riempire quella vertigine insondabile e insensata. Immaginare una vita dopo la morte implicava però immaginare anche un luogo in cui le anime potessero abitare, un’organizzazione spaziale che riflettesse alla perfezione la credenza della cultura che l’aveva prodotta. Di riflesso, l’aldilà riempiva di senso e scopo la vita sulla terra, facendo di questa un banco di prova per quello che sarebbe venuto dopo. Il regno dei morti si popola così di oggetti ed esseri del mondo visibile, di stanze, cammini, sentieri, formule magiche ed esami che l’anima avrebbe dovuto superare per accedere al suo riposo eterno. L’oltretomba inizia ad occupare un preciso luogo (spesso a ovest, associato al tramonto […]

Tutti gli aldilà del mondo

Di Matteo Trevisani http://www.rivistastudio.com/ Dallo sviluppo del pensiero magico in poi, quando la coscienza dell’essere umano ancora galleggiava a fatica nel mare dell’istinto, i popoli hanno sempre cercato di immaginarsi e di codificare una vita dopo la morte: una narrazione che riuscisse a riempire quella vertigine insondabile e insensata. Immaginare una vita dopo la morte implicava però immaginare anche un luogo in cui le anime potessero abitare, un’organizzazione spaziale che riflettesse alla perfezione la credenza della cultura che l’aveva prodotta. Di riflesso, l’aldilà riempiva di senso e scopo la vita sulla terra, facendo di questa un banco di prova per quello che sarebbe venuto dopo. Il regno dei morti si popola così di oggetti ed esseri del mondo visibile, di stanze, cammini, sentieri, formule magiche ed esami che l’anima avrebbe dovuto superare per accedere al suo riposo eterno. L’oltretomba inizia ad occupare un preciso luogo (spesso a ovest, associato al tramonto […]

IL FASCINO ENIGMATICO DEI MEGALITI DELLA VALLE DI BADA

Di Wu Mingren http://www.ancient-origins.net/ La Valle di Bada (nota come Bada Valley o Napu Valley) è un sito megalitico situato nel Parco Nazionale di Lore Lindu, sull’isola di Sulawesi, in Indonesia. Sebbene non siano stati ancora tutti catalogati e documentanti, a partire dal 2001 sono stati individuati centinaia di megaliti, trenta dei quali rappresentano figure antropomorfe. Scoperti nel 1908, per i successivi cento anni nessuno si è preso la briga di cominciare uno studio su queste enigmatiche figure megalitiche e, di fatto, si di esse si sa veramente molto poco. La prima cosa che salta agli occhi è la straordinaria somiglianza con i moai dell’isola di Pasqua. Oltre questo, le informazioni sui megaliti sono poche e contraddittorie. Ad esempio, al momento è difficile stabilire con certezza l’epoca in cui sono stati realizzati Alcuni ipotizzano che siano state scolpite circa 5 mila anni fa, mentre altri ricercatori fanno risalire i megaliti ad epoche […]