I 7 Principi dell’Ermetismo secondo il Kybalion

Di Magialiti https://www.youtube.com/user/magialiti I 7 principi fondamentali sono i seguenti: mentalismo, corrispondenza, vibrazione, polarità, ritmo, causa-effetto, genere. I – Il Principio del Mentalismo. “Tutto è mente. L’universo è mentale.” Secondo questo principio, il Tutto, ovvero quella realtà esistenziale che sta alla base di ogni manifestazione esterna generalmente definita con il nome di ‘fenomeno vitale’, ‘materia’, ‘energia’, insomma tutto ciò che percepiamo attraverso i sensi materiali, non è altro che Spirito Inconoscibile che – sebbene non definibile – può essere considerato come una Mente Universale Vivente ed Infinita.  (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Tutto l’Universo, quindi, non è che una creazione mentale del Tutto, soggetto alle sue leggi. E sia globalmente che in ogni singola parte, esiste nella mente del Tutto. Grazie a questo principio si possono spiegare tutti quei fenomeni psichici che tanto scalpore suscitano nell’uomo, pur restando sempre al di fuori del campo della scienza. Comprenderlo significa poter usare a proprio […]

LA SIMBOLOGIA DELL’OTTAGONO

Di Giovanni Francesco Carpeoro L’ottagono è un poligono regolare formato da otto lati della stessa lunghezza e un pari numero di angoli della stessa ampiezza (pari a 135°). Una delle radici simboliche della figura geometrica in oggetto è l’Ottoade, o Ottonario, l’entità numerica e simbolica rappresentata dal numero Otto.  (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Il numero otto, in effetti è un doppio quadrato, ma non è un raddoppio del quadrato per motivazioni analoghe a quanto prima esposto in ordine al raddoppio del cubo. Se immaginiamo in un doppio quaternario, la rappresentazione di un polo attivo ed uno passivo, l’otto finisce per riassumere l’equilibrio costruttivo delle forme e delle forze del cosmo; quindi l’impossibilità di trarre dalla coppia un unico quadrato rappresenta per analogia l’impossibilità nella dimensione materiale di annullare gli opposti. Ma, nella traduzione dell’ottonario nell’ottagono, la portata simbolica speculare trova anche profondamente riposto un altro significato: nel percorso esistente, indipendentemente […]

LA SIMBOLOGIA DELL’OTTAGONO

Di Giovanni Francesco Carpeoro L’ottagono è un poligono regolare formato da otto lati della stessa lunghezza e un pari numero di angoli della stessa ampiezza (pari a 135°). Una delle radici simboliche della figura geometrica in oggetto è l’Ottoade, o Ottonario, l’entità numerica e simbolica rappresentata dal numero Otto.  (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Il numero otto, in effetti è un doppio quadrato, ma non è un raddoppio del quadrato per motivazioni analoghe a quanto prima esposto in ordine al raddoppio del cubo. Se immaginiamo in un doppio quaternario, la rappresentazione di un polo attivo ed uno passivo, l’otto finisce per riassumere l’equilibrio costruttivo delle forme e delle forze del cosmo; quindi l’impossibilità di trarre dalla coppia un unico quadrato rappresenta per analogia l’impossibilità nella dimensione materiale di annullare gli opposti. Ma, nella traduzione dell’ottonario nell’ottagono, la portata simbolica speculare trova anche profondamente riposto un altro significato: nel percorso esistente, indipendentemente […]

MISTERI ANTICHI E PENSIERO VIVENTE: UN POSSIBILE INCONTRO TRA LE RELIGIONI MISTERICHE E L’ESSERE UMANO CONTEMPORANEO

Di Giovanni Sessa Stefano Arcella nel suo itinerario di ricercatore spirituale ha dedicato spazio significativo all’analisi del pensiero di Tradizione, si è speso in modo stimolante nell’esegesi dell’opera dei suoi maggiori rappresentanti nel Novecento, a partire da Julius Evola. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Con il suo ultimo lavoro si è confrontato con un tema teorico-pratico di grande rilevanza ed interesse: da un lato ha presentato, in un ampio excursus storico-religioso, i tratti connotanti i culti misterici d’Occidente e d’Oriente, dedicando, inoltre, un vasto capitolo alla loro riemersione nel periodo rinascimentale, ma si è conclusivamente  chiesto, e la domanda è davvero cruciale per quanti si muovano nell’orizzonte speculativo della Tradizione, quale sia la Via, data la costituzione interiore dell’uomo dell’Età Ultima, oggi praticabile per una possibile riattualizzazione del retaggio spirituale misterico. Il libro cui ci riferiamo è Misteri antichi e pensiero vivente da poco edito da Controcorrente (per ordini: 081/421349,controcorrente_na@alice.it, euro 20.00). Quando ci riferiamo ai […]

MISTERI ANTICHI E PENSIERO VIVENTE: UN POSSIBILE INCONTRO TRA LE RELIGIONI MISTERICHE E L’ESSERE UMANO CONTEMPORANEO

Di Giovanni Sessa Stefano Arcella nel suo itinerario di ricercatore spirituale ha dedicato spazio significativo all’analisi del pensiero di Tradizione, si è speso in modo stimolante nell’esegesi dell’opera dei suoi maggiori rappresentanti nel Novecento, a partire da Julius Evola. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Con il suo ultimo lavoro si è confrontato con un tema teorico-pratico di grande rilevanza ed interesse: da un lato ha presentato, in un ampio excursus storico-religioso, i tratti connotanti i culti misterici d’Occidente e d’Oriente, dedicando, inoltre, un vasto capitolo alla loro riemersione nel periodo rinascimentale, ma si è conclusivamente  chiesto, e la domanda è davvero cruciale per quanti si muovano nell’orizzonte speculativo della Tradizione, quale sia la Via, data la costituzione interiore dell’uomo dell’Età Ultima, oggi praticabile per una possibile riattualizzazione del retaggio spirituale misterico. Il libro cui ci riferiamo è Misteri antichi e pensiero vivente da poco edito da Controcorrente (per ordini: 081/421349,controcorrente_na@alice.it, euro 20.00). Quando ci riferiamo ai […]

IL SIMBOLISMO DELLA PIGNA

La Pigna è un simbolo che ripercorre molto spesso l’architettura romana e che è rimasto infiltrato anche nel simbolismo cattolico. Il significato più chiaro che possiamo trovare è quello che la associa allo “0”, quindi all’uovo cosmico, alla nascita, al principio; vedasi ovviamente il simbolismo riferito ad Eostre, al coniglio e alla tradizione greco-romana di regalare uova colorate. In questo frangente troviamo in primis la pigna tra le mani di Shamash, il dio babilonese, nella tavoletta ospitata al Louvre, mentre pare offrirla ai suoi attendenti, che portano un capretto e un disco solare. Ma lo troviamo anche nella tavola del palazzo di Assurbanipal risalente al 850 a.c. che mostrava l’albero della vita.In questo caso quindi il significato della pigna è legato all’eternità e all’immortalità.L’abete infatti (il tipo di pigna rappresentata è quella più snella e appuntita che viene prodotta da questo albero) è un sempreverde, ossia un tipo di conifera che non perde le foglie e non […]

IL SIMBOLISMO DELLA PIGNA

La Pigna è un simbolo che ripercorre molto spesso l’architettura romana e che è rimasto infiltrato anche nel simbolismo cattolico. Il significato più chiaro che possiamo trovare è quello che la associa allo “0”, quindi all’uovo cosmico, alla nascita, al principio; vedasi ovviamente il simbolismo riferito ad Eostre, al coniglio e alla tradizione greco-romana di regalare uova colorate. In questo frangente troviamo in primis la pigna tra le mani di Shamash, il dio babilonese, nella tavoletta ospitata al Louvre, mentre pare offrirla ai suoi attendenti, che portano un capretto e un disco solare. Ma lo troviamo anche nella tavola del palazzo di Assurbanipal risalente al 850 a.c. che mostrava l’albero della vita.In questo caso quindi il significato della pigna è legato all’eternità e all’immortalità.L’abete infatti (il tipo di pigna rappresentata è quella più snella e appuntita che viene prodotta da questo albero) è un sempreverde, ossia un tipo di conifera che non perde le foglie e non […]

IL SIGNIFICATO DEGLI ARCHETIPI PER LA NOSTRA VITA

http://www.studiobumbaca.it/2012/12/31/il-significato-degli-archetipi-per-la-nostra-vita/ Archetipo strutturante Jung ha sempre parlato di dominanti dell’inconscio collettivo e di immagini primordiali. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  Con questi termini Jung intendeva indicare motivi tipici che si ripetono spesso nei miti, nelle leggende, nelle favole  ma anche, a livello personale, nei sogni, nelle fantasie e nelle visioni (più tipiche dei deliri di soggetti gravemente ammalati). Secondo Jung tutto ciò esprime un modo tipico e universale che governa il comportamento degli essere umani in ogni tempo e luogo. “Rendi cosciente l’inconscio, altrimenti sarà l’inconscio a guidare la tua vita e tu lo chiamerai destino” (C.G. Jung) In seguito Jung, per esprime quanto sopra cominciò ad usare il termine archetipo(dal greco antico ὰρχέτυπος col significato di immagine: tipos (“modello”, “marchio”, “esemplare”) e arché (“originale”); in ambito filosofico, la forma preesistente e primitiva di un pensiero (ad esempio l’idea platonica); in psicoanalisi da Jung ed altri autori, per indicare le idee […]

IL SIMBOLISMO DI BABBO NATALE

Di Peter Roche de Coppens San Nicola, altrimenti noto come “Babbo Natale”, è una figura dall’importante valenza simbolica. In questo articolo, Peter Roche de Coppens ci insegna a decifrare il messaggio insito nella figura dell’uomo vestito di rosso e con la barba bianca più famoso del mondo…! Bari è conosciuta attraverso il mondo, soprattutto per la sua famosa basilica di San Nicola forse più noto sotto il nome di “Babbo Natale”.  (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Nella basilica troviamo una statua del Santo avvolto in vesti contenenti molto oro e con il “pastorale” tenuto nella mano destra, terminante in alto con una specie di “spirale”. In questo saggio vi propongo di riflettere e meditare un po’ sulla figura di San Nicola, sul suo simbolismo in particolare e su quello generale. Che cosa rappresenta veramente San Nicola, perché è diventato così famoso nel mondo, per tanti secoli e non soltanto nella religione cristiana; […]

LA SIMBOLOGIA DELLA LIBELLULA: GIOIA, VERITA’, TRASFORMAZIONE

Di Valeria Bonora E’ uno strano insetto la libellula, appartenente all’ordine degli Odonati, il suo nome deriva dal latino “libra“, ovvero bilancia, proprio perché durante il volo tiene le ali orizzontali. Da sempre considerata un essere magico grazie alle sembianze da fatina, e con le ali cangianti che cambiano colore a seconda dei riflessi della luce; capace di volare velocemente cambiando spesso direzione in modo da ingannare i predatori ai quali, muovendo le ali rapidamente ed elegantemente, riesce a sfuggire. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); La libellula ha una particolarità intrinseca della sua natura che è quella di trascorrere la sua vita da giovane sul fondo degli stagni sotto forma di larva e poi quasi magicamente a trasformarsi, una volta adulta, in quell’insetto elegante che tutti conosciamo; grazie a questa sua trasformazione il significato più profondo che si può associare alla libellula è quello della “trasformazione”, di passaggio dalla vita spensierata di […]