Crea sito
Cagliari donne Maria Del Zompo news Sardegna università Università di Cagliari

Cagliari:la prima volta di un rettore donna all’università. Trionfa Maria Del Zompo


Di Paolo Sebastian Rapeanu
Sei anni di attesa, una campagna elettorale continua e la ferma convinzione di poter dare ‘qualcosa’ di importante a quello che è anche il suo mondo. Pubblicamente, infatti, Maria Del Zompo è sempre stata sicura: “Ho le ricette giuste e il carattere adatto per ottenere dei risultati”. Adesso ha sei anni di tempo per dimostrarlo: la Del Zompo è il nuovo rettore dell’Università, ma soprattutto il primo Magnifico donna da sempre. La consacrazione arriva al secondo turno, con 825 preferenze. L’unico competitor rimasto in campo, l’ingegnere Giacomo Cao, si ferma a quota 212. La farmacologa, classe 1951, supera quindi abbondantemente il quorum (fissato a quota 623) e rompe quell’ ‘incantesimo’ lungo oltre quattro secoli. Fin dal 1607, infatti, è un susseguirsi di rettori uomini. Da adesso, e fino al 2021, sei anni con guida ‘in rosa’ per il principale Ateneo sardo. I votanti del secondo turno sono 1861, per un’affluenza complessiva del 74,8 per cento.
LE PRIME PAROLE: “FIDUCIA IMPORTANTE” – Le primissime parole di Maria Del Zompo sono soprattutto ‘forti’ – a livello di decibel – per riuscire a sovrastare le urla di gioia dei suoi colleghi. La certezza della vittoria arriva a poco più di un’ora dalla chiusura dei seggi. Ci sono da definire solo i ‘totali’ esatti, ma si tratta di dettagli. “Sono molto contenta per ciò che, attraverso il voto, tutta l’università ha deciso di regalarmi. Viene riposta in me una fiducia importante”, afferma la Del Zompo, in quelle che sono le prime dichiarazioni ufficiali da neo rettore. “E’ un impegno sicuramente importante, lo so benissimo. Da lunedì inizierò a essere pienamente operativa”.

Related posts

Usa: la Corte Suprema approva le nozze gay: ora sono un diritto costituzionale

FRANCOIS HOLLANDE ANNUNCIA CHE NON SI RICANDIDERÀ PRESIDENTE DELLA FRANCIA

informazione-consapevole

Mafia Capitale, nuova inchiesta sul Cara di Mineo: presenza di migranti gonfiate, truffa da 1 milione. Sei indagati