Crea sito
Naim Al Hamed news terrorismo islamico

Bruxelles, identificato un altro terrorista

Di Claudio Torre
La polizia belga ha arrestato l’uomo che era stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza assieme a Khalid El Bakraoui, l’attentatore suicida che si è fatto esplodere nella metro di Bruxelles.
Lo ha riferito il quotidiano belga De Standaard, ma la procura federale non ha confermato. L’uomo, scrive la testata senza farne il nome, sarebbe stato catturato dopo che un poliziotto lo ha riconosciuto grazie ai filmati. E dopo questo arresto appare un quinto nome nella lista dei terroristi coinvolti negli attacchin bdi Bruxelles: Naim Al Hamed , un siriano di 28 anni. Il suo nome è stato rilasciato ieri dai media spagnoli. Se nessuna informazione viene comunicata sul suo presunto ruolo , l’individuo viene descritto come “molto pericoloso , rischia di essere armato”.

Intanto emergono nuovi particolari sulla latitanza di Salah Abdeslam e sugli errori e sviste che l’avrebbero favorita. Un poliziotto di Malines, città non lontana da Bruxelles, in un rapporto confidenziale del 7 dicembre scorso destinato alla cellula antiterrorismo della polizia giudiziaria federale della capitale, aveva indicato l’indirizzo di rue de Quatre Vents, 79, dove venerdì scorso è stato trovato il terrorista.

Secondo quanto rivela il sito della “Derniere Heure”, quel rapporto, però, non è mai stato trasmesso ed è rimasto per tre mesi alla polizia di Malines. Appreso che l’arresto di Abdeslam è avvenuto proprio all’indirizzo da lui indicato, il poliziotto ha segnalato il caso, sul quale adesso è stata avviata un’inchiesta.

Related posts

Russia-Israele, via ad esercitazioni aeree per voli sicuri su Siria

informazione-consapevole

Nel 2014 l’ex presidente iracheno Nuri Al Maliki dichiarò che dietro l’ISIS ci sarebbe lo zampino di Arabia Saudita e Qatar

informazione-consapevole

Istituto italiano di tecnologia, stanziati i primi 80 milioni di euro per il dopo Expo

informazione-consapevole