Crea sito
Amazzonia ambientalismo America Latina Antindustrialismo Bolivia dissenso Ecologia Evo Morales lotta sociale popoli indigeni proteste popolari

Bolivia, indigeni protestano contro costruzione strada in Amazzonia

I manifestanti ritengono che il progetto avrà un grosso impatto ambientale nell’area e chiedono al presidente Morales di interromperne la costruzione
Più di 500 indigeni dell’Amazzonia hanno cominciato una marcia per manifestare contro la costruzione di una strada che dovrebbe attraversare il parco nazionale IsiboroSecure. I dimostranti percorreranno500 chilometri dalla città di Trinidad a La Paz, città principale della Bolivia.<

br />Gruppi ecologisti sostengono che la strada creeràproblemi ambientali e incoraggerà insediamenti illegali, soprattutto di coltivatori di cocaina. I manifestanti ricordano anche che il governo ha mancato ai propri doveri costituzionaliapprovando l’iniziativa senza consultare i gruppi indigeni che abitano nell’aera.
La strada dovrebbe unire la città di Cochamba con San Ignacio de Moxos e sarà finanziata da una compagnia brasiliana.
Nell’area abitano comunità di Chiman, Yurucare e indiani Moxos che basano il proprio sostentamento sulle risorse della foresta.
Il governo ha dichiarato che lla strada promuoverà un maggior sviluppo e che verrà fatto il possibile per avere il minor impatto ambientale possibile. Le proteste sono particolarmente imbarazzanti per il presidente Evo Morales, che si è sempre definito un sostenitore dei diritti dei popoli indigeni. Morales ha riferito che è pronto a dialogare con i leader dei manifestanti, ma che i lavori non si fermeranno.


Da Peace Reporter

Related posts

Eppure tutto sta cambiando

Consumismo di comodo-Molti prodotti sono progettati per guastarsi a fine garanzia

Perù, una rivolta in difesa della vita

informazione-consapevole