Crea sito
Assad ISIS news Obama ONU Putin Senza categoria Siria terrorismo islamico

Assemblea ONU:Obama chiede nuovo leader in Siria, Putin di combattere l’Isis come fu fatto contro il nazismo.Protesta della delegazione ucraina durante discorso Putin

Obama:in Siria serve un nuovo leader Putin: combattere l'Isis come Hitler
Bashar Al Assad ha brutalizzato il suo popolo: l’unicasoluzione in Siria deve essere la scelta di un nuovo leader”. Ad affermarlo è il presidente Usa Barack Obama parlando all’Assemblea Onu. “Siamo pronti a lavorare con tutti per risolvere il conflitto in Siria, anche con Russia e Iran“. Il presidente russo Vladimir Putin, da parte sua, ha replicato chiedendo che contro l’Isis venga creata una coalizione “come contro Hitler”.
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

“Ci sono delle potenze internazionali – ha spiegato Obama durante il suo dicorso – che agiscono in contraddizione con il diritto internazionali. C’è qualcuno che ci dice che dovremmo sostenere dei tiranni come Assad, perché l’alternativa è molto peggio”. Quindi, dalla questione siriana è passato a parlare di quella ucraina: “Non possiamo stare a guardare mentre la Russia vìola la sovranità dell’Ucraina. Oggi è l’Ucraina, domani potrebbe essere qualche altro Paese. Questo è alla base delle sanzioni Usa imposte alla Russia. Ma non vogliamo ritornare alla guerra fredda, non vogliamo isolare la Russia: vogliamo una Russia forte che collabori con noi per rafforzare il sistema internazionale”.

Obama ha quindi spiegato di essere “alla guida delle maggiori forze armate al mondo, ma gli Usa non possono risolvere da soli” i problemi del mondo. “Dopo la seconda guerra mondiale – ha aggiunto – le Nazioni Unite hanno lavorato con gli Usa per prevenire una terza guerra mondiale. E ora non vogliamo il ritorno alla guerra fredda”.

Quando è stato il suo turno di prendere la parola, in quello che è stato il suo primo intervento all’Onu in 10 anni, Vladimir Putin ha ignorato il riferimento all’Ucraina, e per quanto riguarda la Siria ha a propria volta lanciato accuse all’Occidente: “Consideriamo – ha spiegato, con chiaro riferimento ai blitz in Siria senza autorizzazione Onu – i tentativi di indebolire la legittimità dell’Onu estremamente pericolosi”. E per quanto riguarda la politica americana in Siria “è un errore non cooperare con il governo siriano” di Bashar Assad perché “nessuno, a parte le forze di Assad, sta veramente combattendo contro l’Isis e i gruppi terroristi in Siria”.

Putin, quindi, ha puntato il dito contro gli Usa spiegando che “è pericoloso dare le armi ai ribelli e giocare con i terroristi. L’Isis non è nato dal nulla. E’ stato finanziato e sostenuto”. Ora, comunque, “non possiamo permettere a questi criminali che hanno le mani sporche di sangue di continuare a perpetrare il male”. E per questo il presidente russo ha chiesto la costituzione di “una coalizione internazionale come quella che si creò contro Hitler durante la Seconda guerra mondiale”.

L’Ucraina lascia l’aula – Durante il discorso di Putin, la delegazione ucraina ha lasciato in segno di protesta la sala dell’assemblea generale dell’Onu. Domenica tutti i membri della delegazione russa tranne uno erano usciti dalla sala durante il discorso del presidente ucraino Petro Poroshenko a un summit sullo sviluppo sostenibile.

Related posts

Psicologia del bene e del male: chi sono i buoni e chi i cattivi?

informazione-consapevole

E’IL GIORNO DELL’ECLISSI LUNARE, ECCO LA DIRETTA STREAMING E TUTTE LE INFO PER OSSERVARLA

informazione-consapevole

Iraq:ministro iracheno annuncia l’uccisione di Abu Samra, il regista dei video dell’Isis